Raccolta Raee, la Lombardia è la prima in Italia ma la provincia di Monza la segue a rilento

La Lombardia anche nel 2012 conquista il primo posto in Italia per quantitativi assoluti di raccolta con 45.812.583 kg di RAEE, nonostante una flessione del 9,12% rispetto al 2011. Monza però non segue il trend

Ancora un traguardo per la Regione Lombardia. Parliamo degli ottimi risultati ottenuti con la raccolta dei rifiuti RAEE. Lo afferma il Centro di Coordinamento RAEE che ha presentato lo scorso 24 giugno il dossier 2012 sulla gestione dei Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche in Lombardia (RAEE). La Lombardia anche nel 2012 conquista il primo posto in Italia per quantitativi assoluti di raccolta con 45.812.583 kg di RAEE, nonostante una flessione del 9,12% rispetto al 2011. La raccolta pro capite, con 4,72 kg per abitante, supera la media nazionale. La regione conquista nuovamente anche il primato di territorio maggiormente attrezzato per la gestione dei RAEE, grazie alla presenza capillare di 833 centri di raccolta di cui ben 413 aperti alla distribuzione. Grazie anche ai 20 Luoghi di raggruppamento, si registrano quindi 8,57 centri di conferimento ogni 100.000 abitanti.


 

Per quanto riguarda la provincia di Monza, però, i risultati non seguono perfettamente il trend della Regione ma comunque si nota un impegno da parte delle istituzioni per cercare di migliorare la situazione. Nel 2012 la Provincia ha raccolto ben 3.866.761 kg di RAEE con una media pro capite per abitante di 4,60 kg/ab. La raccolta ha subito una variazione negativa rispetto al 2011 del 4,51%. Sul territorio sono presenti 50 centri di raccolta (di cui 22 hanno aperto le porte alla distribuzione) e 2 Luoghi di raggruppamento. Ogni 100.000 abitanti sono quindi disponibili 5,95 centri di conferimento.


Tra i raggruppamenti, tv e monitor (r3) si posizionano in testa con una percentuale del 36,60% seguiti da un ottimo quantitativo di Piccoli elettrodomestici (r4) pari al 25,19%. r1(Freddo e clima) e r2 (Grandi Bianchi) si attestano rispettivamente a quasi 21% e 16,36%. Il triennio, inoltre, evidenzia una crescita per r2, r4 e in maniera minore per r5. R1 e r3 decrescono, ma per tv e monitor nel 2012 si registra un calo maggiore. La presenza territoriale della distribuzione e l’impossibilità al conferimento presso i centri di raccolta comunali sono gli elementi di valutazione che le amministrazioni locali devono cogliere al fine di incrementare il tasso di raccolta della Provincia.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
MonzaToday è in caricamento