Il fiume di acqua e grandine che ha attraversato Seregno

Impressionanti le immagini che arrivano dai social

Un fiume di acqua e di grandine. Un fiume nel quale passavano auto e furgoni: la strada trasformata in un lago. Sono impressionanti le immagini che ci ha inviato un lettore, di quanto accaduto durante la tempesta d'acqua che si è abbattuta nella tarda mattinata di venerdì 21 luglio sulla Brianza.

Uno dei comuni maggiormente colpiti è stato Seregno. Dove la grandine e la pioggia sono cadute copiose e lungo alcune vie si è creato un vero e proprio fiume. Anche le immagini che il sindaco Alberto Rossi ha pubblicato su Facebook sono impressionanti: strade e sottopassi allagati, alberi caduti, automobilisti bloccati e poi sulla strada un sottile strato bianco di grandine.

Seregno finisce a mollo

“Siamo al lavoro, dopo la bomba d'acqua e la grandine di questa mattina, con la polizia locale, uffici comunali, carabinieri,vigili del fuoco, protezione civile, BrianzAcque e RetiPiù per ripristinare la situazione è ripristinare la corrente ovunque sia possibile - scrive il primo cittadino sil suo profilo Facebook. La viabilità si sta normalizzando.  Sono ancora chiusi i sottopassi di via Stadio e via Nazioni Unite, insieme al sottopasso pedonale tra via Solferino e via Magenta, che è tra le situazioni che sto supervisionando personalmente con il vice Sindaco William Viganò. Sono inoltre saltate per l'acqua due cabine elettriche. Con tutte le cautele del caso, anche su quello ci sono squadre al lavoro”.  

Le eccezionali precipitazioni hanno infatti causato una serie di guasti che hanno interessato 12 cabine di trasformazione media tensione/bassa tensione: le cabine, interrate, si sono allegate, provocando una serie di interruzione dell’energia elettrica che hanno interessano numerosi cittadini. I tecnici di RetiPiù, prontamente intervenuti, hanno subito iniziato ad operare per ripristinare la fornitura di energia elettrica.

Le interruzioni nella zona centrale di Seregno sono state risolte non appena la situazione metereologica è tornata alla normalità. I guasti più importanti hanno riguardato le frazioni San Carlo, via San Giuseppe e via Trabattoni dove ben 5 cabine interrate sono state completamente allagate, provocando anche danni agli impianti. Ora gli sforzi si stanno concentrando sui punti più critici: le ultime utenze dovrebbero essere ri-alimentate entro la serata. 

Si parla di

Video popolari

MonzaToday è in caricamento