Un sindacato per precari e disoccupati: NIdiL CGIL diventa categoria

Questo passaggio –spiega Maria Di Serio, Segretario organizzativo di NIdiL CGIL nazionale, intervenuta all’appuntamento di ieri sera- è il riconoscimento della presenza e del ruolo che NIdiL ha sul territorio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Un sindacato che rappresenti e tuteli un mondo del lavoro sempre più variegato, che va dai somministrati alle Partite IVA, dai contratti a progetto alle associazioni in partecipazione, dalle collaborazioni occasionali agli stagisti, fino ad arrivare anche a chi un lavoro ancora non l’ha oppure l’ha appena perso.

Lunedì 18 febbraio la Camera del Lavoro di Monza e Brianza ha ospitato il congresso provinciale di NIdiL, il sindacato che, all’interno della CGIL, si occupa del lavoro precario e atipico. Un appuntamento importante, che ha sancito la costituzione di NIdiL come categoria, al pari delle altre già presenti nella Confederazione.

“Questo passaggio –spiega Maria Di Serio, Segretario organizzativo di NIdiL CGIL nazionale, intervenuta all’appuntamento di ieri sera- è il riconoscimento della presenza e del ruolo che NIdiL ha sul territorio (Nel 2012 ha registrato 1188 tesserati, nda). Non si tratta di un passaggio formale, ma di un nuovo punto di partenza, di uno stimolo a rafforzare la nostra attività nei confronti di lavoratori e lavoratrici precarie”. Al Congresso sono intervenuti anche Ivan Valota, Segretario organizzativo della CGIL di Monza e Brianza, e Matteo Casiraghi, Segretario generale della FLAI CGIL Monza e Brianza.

L’assemblea congressuale ha eletto all’unanimità il Comitato Direttivo territoriale. Composto da 11 persone, è espressione della realtà lavorativa rappresentata da NIdiL: al suo interno, infatti, figurano disoccupati, studenti lavoratori, precari dell’università, somministrati, lavoratori a progetto, liberi professionisti.

Il Direttivo, riunitosi al termine dell’assemblea congressuale, ha quindi eletto all’unanimità il Segretario generale di NIdiL CGIL Monza e Brianza: Simone Cereda, responsabile territoriale della categoria dalla primavera del 2009. Cereda, 34 anni, ha intrapreso il suo percorso sindacale proprio con NIdiL, nel 2006, come rappresentante delle lavoratrici e dei lavoratori precari del Comune di Vimercate. Nel 2008 ha iniziato a lavorare a tempo pieno in CGIL, all’Ufficio Ambiente Salute e Sicurezza e all’Ufficio Comunicazione. Dal 2010 è responsabile del SOL (Servizio Orienta Lavoro) e dell’Area Giovani e Lavoro della CGIL di Monza e Brianza.

“Il nostro Direttivo –spiega Cereda- sarà un gruppo di lavoro composto da persone che arrivano da esperienze diverse e tuttora vivono realtà lavorative di ogni genere. Sarà un laboratorio di idee che cercherà di trasformare queste diversità in ricchezza di proposte. L’obiettivo di NIdiL è proprio quello di provare a mettere insieme un mondo del lavoro sempre più frammentato, che genera nei lavoratori senso di isolamento, di solitudine, di precarietà. Rappresentare queste lavoratrici e questi lavoratori significa organizzarli, farli sentire parte di una casa comune”.

Torna su
MonzaToday è in caricamento