Precipita per duecento metri sotto gli occhi di fidanzato e amici: morta ragazza di 30 anni

La vittima stava scalando il Cimon della Bagozza, nelle Prealpi bergamasche. La dinamica

Stefania

È morta Stefania Caruana, la ragazza di trenta anni di Monza rimasta vittima di un terribile incidente avvenuto domenica mattina sul “Cimon della Bagozza”, montagna delle Prealpi bergamasche. 

Il cuore della trentenne ha smesso di battere lunedì pomeriggio all’ospedale Civile di Brescia, dove era ricoverata in prognosi riservata con un gravissimo trauma facciale. 

Il dramma si è consumato domenica mattina verso mezzogiorno, in località Schilpario. Stando a una prima ricostruzione, la giovane era impegnata in un’arrampicata assieme al fidanzato e a tre amici quando - per cause ancora da chiarire - avrebbe improvvisamente perso l’equilibrio durante la fase di discesa, precipitando in un canalone dopo un volo di circa duecento metri. 

Le condizioni della ragazza erano apparse da subito drammatiche e, dopo un recupero difficoltoso del corpo, la giovane era stata trasportata con un elicottero del 118 a Brescia. Lì, purtroppo, le speranze si sono spente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Decathlon, a febbraio si abbassano le serrande del negozio di Vignate

  • Monza Maestoso ha aperto le porte: ecco il centro commerciale nato dall'ex cinema

  • Concorso di Natale Esselunga: in palio 100 Mini, bracciali in oro con diamanti e iPhone

  • Incidente tra auto e moto in tangenziale Est, morto 51enne al San Gerardo di Monza

  • Incidente in Valassina, scontro tra tre auto: due persone in ospedale

  • L’infallibile trucco per mettere le lucine sull’albero di Natale

Torna su
MonzaToday è in caricamento