Indossò la divisa delle SS e pubblicò un selfie sui social: comandante dei vigili a processo

Il comandante dei ghisa di Biassono sarà processato con l'accusa di apologia di fascismo

Piacentini con la divisa delle Ss

A processo con l'accusa di apologia di fascismo. Il comandante della polizia locale di Biassono, Giorgio Piacentini, è stato rinviato a giudizio dal tribunale di Monza dopo che, nel gennaio 2017, pubblicò sul suo profilo facebook una sua foto con la divisa delle Ss, le Schutz-staffeln”, le “squadre di protezione” di memoria nazista. La prima udienza del processo è stata fissata per il 7 febbraio 2019.

La spiegazione della foto e la cancellazione

A chi gli chiedeva se quella fosse diventata la nuova divisa di servizio Piacentini aveva risposto: "Basterebbe una compagnia di queste per sistemare alcune cose”, con l’aggiunta: "Adesso la propongo al sindaco". Lo scatto era diventato virale e dopo poco più di 24 ore il comandante la rimosse dalla sua pagina Facebook. Il comandante era stato temporaneamente degradato ad agente e a gennaio 2018 è stato reintegrato dall'amministrazione comunale nelle sue mansioni di comandante.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • solo il vigile poteva fare...

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Nuovi interventi per mettere in sicurezza i ponti sulla Milano-Meda

  • Incidenti stradali

    Incidente mortale per Stefano Iacobone, campione italiano di nuoto

  • Cultura

    "Autismo in blue jeans", ecco la grande installazione in piazza a Monza

  • WeekEnd

    Cosa fare a Monza nel week-end: luoghi aperti dal Fai e gastronomia

I più letti della settimana

  • Travolta e uccisa da un autobus a Sesto San Giovanni, muore una donna di 60 anni

  • Ladri sorpresi a rubare nei box di un condominio e arrestati a Monza

  • Schianto tra un'auto e un trattore a Cesano Maderno, ragazzi intrappolati tra le lamiere

  • Ladre si fingono volontarie Enpa e rubano una cagnolina da un appartamento

  • Presi i "professionisti" delle auto rubate: traditi dallo scotch con cui avevano "trasformato" la targa

  • Federica, uccisa dalla meningite a 24 anni

Torna su
MonzaToday è in caricamento