Arriva patrocinio della regione a "La collettiva"

MOSTRA D'ARTE CONTEMPORANEA

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Lo spazio CIVICO 60 di Meda ottiene il patrocinio regionale, per la prima mostra collettiva con i grandi nomi dell'arte contemporanea in Brianza. L'evento ridefinisce il format di mostra pubblica, portando all'attenzione dei cittadini alcuni dei più apprezzati artisti nazionali. Le tele di Alessandro Papetti, Daniele Galliano, Nicola Samorì, Roberto Coda Zabetta, Tommaso Ottieri e del pittore medese saranno le protagoniste della mostra pop up, nei giorni 20 e 21 Maggio 2017. Le porte della casa/laboratorio di Luigi Christopher Veggetti Kanku, per due giorni apriranno al pubblico regalando alla provincia una mostra contemporanea di alto livello. CIVICO 60, con questo evento, colma il vuoto culturale che le istituzioni, spesso per mancanza di fondi, lasciano al territorio. Il titolo dell'evento "LA COLLETTIVA" è corale e pone l'attenzione sui protagonisti, sottolineando una pluralità di caratteri e stili. Un'iniziativa dedicata alle scuole, agli appassionati e a tutti coloro che vorranno partecipare a un evento unico nel suo genere. "Un luogo d'arte è tale quando essa vi fluisce liberamente". Con questa idea Veggetti trova il consenso di artisti, collezionisti e l'appoggio del Comune di Meda e della BCC di Barlassina, entrambi partner della mostra. CIVICO 60 Via Po 60, 20821 Meda, (MB) ORARI Sabato 20 maggio: 15.00-19.30 Domenica 21 maggio: 10.00 - 12.30 / 15.00 -19.30 INFO CIVICO 60: +39 328.2273628 Ufficio Cultura Meda: 0362.186581

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento