Buoni spesa: come accedervi nei vari Comuni

I Comuni di Monza e della Brianza si sono attivati per definire i criteri d'accesso ai buoni spesa, stanziati per far fronte all'emergenza Covid-19

Il Governo ha stanziato 400 milioni di euro destinati al soccorso alimentare, e i Comuni si stanno ora organizzando per distribuire i buoni spesa ai propri cittadini in difficoltà. Da una parte, sono al lavoro per individuare le attività commerciali interessate all'iniziativa; dall'altra, per stabilire i criteri d'accesso al sostegno.

Ecco come si sono organizzati i Comuni della provincia di Monza e della Brianza.

Articolo in aggiornamento

Agrate Brianza

I buoni spesa ad Agrate Brianza possono essere richiesti dai cittadini privi di occupazione, non destinatari di un sostegno economico pubblico, da nuclei familiari mono-genitoriali o numerosi (5 o più componenti), anziani soli senza pensione o con pensione minima, nuclei con disabili in situazione di disagio economico, Partite Iva e altre categorie non comprese dai dispositivi attualmente in definizione a livello ministeriale, nuclei che a seguito del COVID19 si trovano con conti corrente congelati e/o nella non disponibilità temporanea dei propri beni.

Il valore dei buoni va da un minimo di € 140 per i single ad un massimo di € 500 per famiglie con cinque e più componenti. Per fare domanda è necessario cliccare sul pulsante "Clicca qui per compilare la domanda per i buoni spesa" all'interno dell'articolo dedicato sul sito www.comune.agratebrianza.mb.it.

Barlassina

I buoni spesa a Barlassina possono essere richiesti da:

  • persone prive di qualsiasi reddito reddito - anche temporaneamente - a causa degli effetti dell’emergenza sanitaria
  • nuclei familiari monoreddito il cui titolare ha richiesto trattamento di sostegno al reddito o il cui datore di lavoro ha richiesto ammissione al trattamento di sostegno del reddito, o il datore di lavoro abbia sospeso e/o ridotto l’orario di lavoro per cause non riconducibili a responsabilità del lavoratore
  • nuclei familiari che non siano titolari di alcun reddito e nuclei familiari monoreddito, derivante da attività autonoma il cui titolare dell'attività abbia richiesto trattamento di sostegno al reddit

Il saldo dei depositi bancari/postali deve essere inferiore a € 5.000,00, aggiornato al 31.03.2020.

L'importo del sostegno va da un minimo di € 200 ad un massimo di € 720, e va richiesto inviando il modulo repereibile sul sito www.comune.barlassina.mb.it via mail all'indirizzo paola.migliorino@comunebarlassina.it.

Bellusco

I buoni spesa a Bellusco sono destinati ai nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall'emergenza epidemiologica da virus Covid-19 e a quelli in stato di bisogno. Per richiederli è necessario scaricare il modulo di richiesta reperibile sul sito www.comune.bellusco.mb.it e inviarlo via mail all'indirizzo servizisociali@comune.bellusco.mb.it (oppure chiamare il 349.0796334 o lo 039.62083203 – 200 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00, il giovedì dalle 16.30 alle 18.30).

Bernareggio

I buoni spesa a Bernareggio hanno valore di € 20 cadauno, sono spendibili fino al 31 maggio 2020 e sono destinati a cittadini:

  • privi di occupazione;
  • non destinatari di sostegno economico pubblico;
  • nuclei familiari numerosi (5+ componenti);
  • nuclei mono-genitoriali;
  • anziani soli con pensione minima o in assenza di pensione;
  • nuclei che a seguito del COVID19 si trovano con conti corrente congelati e/o nella non disponibilità temporanea dei propri beni;
  • nuclei con disabili in situazione di fragilità economica;
  • partite Iva e altre categorie non comprese dai dispositivi attualmente in definizione a livello ministeriale

Il contributo va da € 120 per componente del nucleo familiare e fino a un massimo di € 360. Per richiederli è necessare compilare online la domanda, nell'apposita sezione del sito www.comune.bernareggio.mb.it oppure chiamando lo 0399452140 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00.

Besana Brianza

Per i buoni spesa a Besana Brianza il Comune ha pubblicato un pdf esplicativo.

Bovisio Masciago

I buoni spesa a Bovisio Masciago sono destinati, con priorità a:

  • cittadini che non risultano beneficiari di altre forme di sostegno al reddito e previdenze da enti pubblici (per esempio reddito di cittadinanza, Rei, Naspi, indennità di mobilità, cassa integrazione guadagni, altre forme di sostegno previste a livello locale o regionale), attestate mediante autocertificazione
  • cittadini che autocertificano una disponibilità su conto corrente, alla data della presentazione dell’istanza, inferiore o pari a 2.500 euro.

Il sostegno una tantum è di € 200 per un componente, € 300 per due componenti, € 400 per tre componenti, € 500 per quattro componenti, € 600 per cinque o più componenti. Il modulo deve essere scaricato dal sito e inviato via mail all'indirizzoservizisociali@comune.bovisiomasciago.mb.it oppure, in via eccezionale, può essere compilato tramite colloquio telefonico chiamando il numero 0362 511213.

Briosco

Per i buoni spesa a Briosco, il Comune ha pubblicato due pdf esplicativi, in cui si spiega chi ne ha il diritto e quali sono le modalità per richiedere il sostegno.

Burago di Molgora 

Per i buoni spesa a Burago di Molgora, il Comune ha pubblicato due pdf esplicativi, in cui si spiega chi ne ha il diritto e quali sono le modalità per richiedere il sostegno.

Carate Brianza

I buon spesa a Carate Brianza sono destinati a nuclei familiari con importo massimo delle entrate economiche nel mese di marzo 2020 pari a:

  • € 400 per nuclei familiari composti da 1 persona
  • € 500 per nuclei familiari composti da 2 persone
  • € 600 per nuclei familiari composti da 3 persone
  • € 700 per nuclei familiari composti da 4 persone
  • € 800 per nuclei familiari composti da 5 o più persone

La soglia di accesso può essere incrementata di ulteriori € 100 per situazioni di particolari fragilità attestate dal servizio sociale o in caso di famiglie molto numerose; il patrimonio mobiliare complessivo del nucleo familiare al momento della presentazione della domanda inferiore a € 3.000.

L'importo erogabile va da un minimo di € 200 ad un massimo di € 600, e il sostegno va richiesto inviando il modulo via mail all'indirizzo emergenzaCOVID@comune.caratebrianza.mb.it (nel caso in cui il cittadino sia impossibilitato in tal senso potrà fissare un appuntamento con l’ufficio protocollo chiamando il n. 0362.987243)

Cavenago di Brianza

I buoni spesa a Cavenago di Brianza possono essere richiesti dal 6 aprile 2020: la domanda deve essere fatta tramite l’apposito modulo che va inviato tramite mail (servizi.sociali@comune.cavenagobrianza.mb.it), tramite whatsapp (3240104124), oppure in forma cartacea imbucandolo nella cassetta delle lettere sita in via XXV aprile 10.

Per verificare i requisiti di ammissibilità è necessario consultare il pdf.

Concorezzo

Per ricevere i buoni spesa a Concorezzo non bisogna essere destinatari di altri sostegni economici pubblici come: reddito di cittadinanza o pensione di cittadinanza, NASPI, CIGO, CIGS e altri erogati nell’anno 2020. Anche i cittadini titolari di Partite IVA che non percepiscono nessuna forma di reddito rientrano tra i beneficiari. I buoni spesa avranno tagli da 50, 20 e 10 euro, per un totale di 100 euro per ogni componente della famiglia (e un massimo di 500 euro per nucleo familiare), e verranno assegnati tramite l’Ufficio Servizi Sociali. Saranno inoltre previsti 50 euro per ogni componente della famiglia di età compresa tra 0 e 3 anni. Ritirabili su appuntamento dal 2 aprile 2020, dovranno essere utilizzati entro il 10 maggio 2020

I cittadini aventi diritto potranno scaricare il modulo richiesta e, una volta compilato, inviarlo insieme ad una copia del documento di identità all’indirizzo mail servizisociali@comune.concorezzo.mb.it, oppure mandare una fotografia su WhatsApp al numero 3666692088.

Correzzana

Per i buoni spesa a Correzzana, il Comune ha pubblicato tre pdf esplicativi, in cui si spiega chi ne ha il diritto e quali sono le modalità per richiedere il sostegno.

Giussano

Per i buoni spesa a Giussano, il Comune ha pubblicato due pdf esplicativi, in cui si spiega chi ne ha il diritto e quali sono le modalità per richiedere il sostegno.

Lentate sul Seveso

Da lunedì 6 aprile, i cittadini del comune possono chiedere i buoni spesa a Lentate sul Seveso in caso di:

  • nuclei familiari/persone prive di qualsiasi reddito - anche temporaneamente - a causa degli effetti dell’emergenza sanitaria
  • nuclei familiari che non siano titolari di alcun reddito (da intendersi nuclei familiari con riduzione totale del reddito) e nuclei familiari monoreddito, derivante da attività autonoma il cui titolare dell'attività abbia richiesto trattamento di sostegno al reddito
  • nuclei familiari monoreddito il cui titolare ha richiesto trattamento di sostegno al reddito o il cui datore di lavoro ha richiesto ammissione al trattamento di sostegno del reddito
  • in via residuale situazioni di difficoltà e di bisogno

La famiglia deve avere un saldo sui depositi bancari/postali inferiore a € 10.000,00 aggiornato alla metà del mese precedente all’istanza.

Il sostegno è da intendersi una tantum e assegnato in base al seguente fabbisogno mensile:

  • € 200 per 1 componente
  • € 300 per 2 componenti
  • € 400 per 3 componenti
  • € 500 per 4 componenti
  • € 600 per più componenti (tetto massimo)

Per i nuclei famigliari del richiedente che percepiscono di altre forme di sostegno al reddito, l’entità del contributo viene ridotta della percentuale del 50%.

Le domande possono essere presentate dal 6 aprile 2020 alle ore 18.00 del 20 aprile 2020. È necessario inviare una mail all'indirizzo protocollo@comune.lentatesulseveso.mb.it indicando il seguente oggetto: DOMANDA BUONO SPESA.

Limbiate

I buoni spesa a Limbiate sono destinati a chi ha sul conto corrente:

  • meno di € 1.000, se la famiglia ha un solo componente
  • meno di € 1.500, per 2 componenti
  • meno di € 2.000, per 3 componenti
  • meno di € 2.500, per 4 componenti
  • meno di € 3,000, se la famiglia ha più di 4 componenti

I buoni ammontano a 150 € mensili per 1 componente, 250 per 2 componenti, 350 per 3 componenti, 450 per 4 componenti, 550 per 5 o più componenti.

La domanda va inviata compilando il modulo elettronico, online a partire dalle 12.00 del 4 aprile 2020.

Lissone

I buoni spesa a Lissone sono a riservati a chi, nel mese di marzo 2020, ha percepito un reddito inferiore a:

  • € 400 per nuclei familiari composti da una sola persona
  • € 500 per nuclei composti da 2 persone
  • € 600 per nuclei composti da 3 persone
  • € 700 per nuclei composti da 4 persone
  • € 800 per nuclei composti da 5 e più persone

Il modulo per richiedere i buoni spesa sarà disponibile sul sito internet del Comune di Lissone nella pagina dedicata, facilmente consultabile in home page. Il modulo dovrà essere scaricato e compilato in tutte le sue parti, oltre che firmato dal richiedente prima della presentazione della richiesta e poi inviato:

  • via mail all'indirizzo emergenza.covid@comune.lissone.mb.it, allegando il modulo debitamente compilato e firmato
  • via WhatsApp al numero 3356100708, allegando fotografia del modulo debitamente compilato e firmato
  • in forma cartacea in una cassetta posta all'ingresso del Comune, depositando il modulo debitamente compilato e firmato solo in caso di comprovata impossibilità all'uso delle suddette modalità

Il massimo erogabile è di € 200 per 1 persona, € 300 per 2 persone, € 400 per 3 persone, € 500 per 4 persone, € 600 per 5 e più persone.

Mezzago

I buoni spesa a Mezzago sono destinati ai nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19 e a quelli in stato di bisogno, per soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali con priorità per quelli non già assegnatari di sostegno pubblico. Per richiederli è necessario inviare il modulo via mail all'ìndirizzo servizisociali@comune.mezzago.mb.it (oppure chiamando il numero 039.6067632 dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.00).

Monza

Dal 6 aprile è possibile chiedere i buoni spesa a Monza, facendo domanda online.

Il valore dei buoni è fissato in € 100 una tantum + 50 euro a componente del nucleo familiare, per un massimo di € 300. Per ottenerli è necessario trovarsi in una situazione di necessità, bisogno e fragilità economica a causa dell’emergenza COVID-19, per:

  • licenziamento da lavoro a tempo indeterminato o ricorso ad ammortizzatori sociali nel periodo 31 gennaio – 3 aprile 2020
  • cessazione di rapporto di lavoro a tempo determinato o ricorso ad ammortizzatori sociali nel periodo 31 gennaio –3 aprile 2020
  • aver contratto il virus o avere un familiare deceduto in seguito a COVID-19, con ricadute di natura economica sul nucleo familiare stesso

La domanda può essere compilata online nella sezione Servizi Online del sito www.comune.monza.it oppure scaricata e inviata via mail all'indirizzo buonospesa@comune.monza.it.

Nova Milanese

I buoni spesa a Nova Milanese sono riservati a:

  • nuclei familiari i cui componenti non risultino beneficiari di altre forme di sostegno al reddito
  • nuclei familiari con dispononibilità sul conto corrente inferiore o pari a € 2500 in data 31 marzo 2020

Il contributo erogato è di € 200 per nucleo familiare con 1 componente, € 300 per 2 componenti, € 400 per 3 componenti, € 500 per 4 componenti, € 600 per 5 o più componenti. In caso di bambini tra 0 e 3 anni vengono riconosciuti € 100 in più.

Seregno

Le famiglie in difficoltà possono chiedere i buoni spesa a Seregno a partire dal 6 aprile 2020 se sono prive di reddito, monoreddito in cassa integrazione per via dell'emergenza Covid-19, lavoratori autonomi che abbiano chiesto il trattamento di sostegno del reddito e loro dipendenti che vivano in famiglie monoreddito. Oppure negli altri casi di grave difficoltà e bisogno. Fondamentale è avere una giacenza sul conto corrente inferiore ai 5 mila euro.

I contributi erogati saranno quantificati in:

  • €50 settimanali per 1 componente
  • €80 settimanali per 2 componenti
  • €120 settimanali per 3 componenti
  • €150,00 settimanali per 4 componenti
  • €180,00 settimanali per più componenti (tetto massimo)

Nel caso il nucleo famigliare del richiedente sia percettore di altre forme di sostegno al reddito, l’entità del contributo da corrispondere in funzione delle dimensione del nucleo verrà ridimensionato del 20%.

Il contributo va richiesto sul sito www.comune.seregno.mb.it 

Usmate Velate

I buoni spesa ad Usmate Velate sono in tagli da € 25 l'uno, e possono essere spesi entro il 31 maggio 2020 presso i negozi di generi alimentari aderenti. Per richiederli è necessario fare domanda sul sito www.comune.usmatevelate.mb.it, compilando l'apposito form. 

Questi i requisiti:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • essere privi di occupazione e non percepire ammortizzatori sociali o essere in attesa della loro erogazione; oppure aver sospeso l’attività di lavoro autonomo ed essere titolari di Partita Iva e altre categorie non comprese dai dispositivi attualmente in definizione a livello ministeriale
  • non percepire Reddito di Inclusione (REI) o il Reddito di Cittadinanza a meno che non sia attualmente sospeso, revocato e decaduto.
  • non avere entrate famigliari di qualsiasi tipologia superiori a 400,00 euro al mese a persona
  • non avere un patrimonio mobiliare immediatamente disponibile superiore alla soglia di € 5.000

L'importo dei buoni andrà da un minimo di € 150 (1 componente) a un massimo di € 550 (5 o più persone).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Valassina, pirata della strada travolge coppia in moto: un morto e un ferito

  • Le meraviglie di Monza celebrate in televisione, in città le riprese della Rai

  • Guida ubriaco e travolge moto uccidendo donna poi abbandona auto: arrestato 30enne

  • Tragedia a Lazzate, uomo trovato cadavere in via Enrico Fermi: indagano i carabinieri

  • Ombrelli sopra il centro di Monza, ecco perchè la città si è coperta di verde

  • Ubriaco travolge coppia in moto sulla Valassina poi scappa: morta donna monzese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento