menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La foto che la ragazza ha condiviso nel post su Facebook che la ritrae insieme al papà

La foto che la ragazza ha condiviso nel post su Facebook che la ritrae insieme al papà

Una carezza per augurare buon compleanno al padre ricoverato in ospedale a Vimercate

La "favola di Natale" arriva dalla Brianza dove l'appello di una ragazza per rintracciare un infermiere per portare un augurio speciale al padre ricoverato è stato condiviso da migliaia di persone: missione compiuta

Una missione speciale: portare gli auguri della figlia e di tutta la famiglia al papà ricoverato in ospedale per coronavirus e fargli una carezza. Una vera e propria "favola" di Natale che è diventata realtà in Brianza grazie alla potenza dirompente della solidarietà che si è scatenata sui social. 

Tutto è iniziato sabato mattina quando una giovane monzese, Morena V., ha condiviso un post su Facebook chiedendo un piccolo favore, nella speranza di trovare un infermiere in servizio a Vimercate. "Ho meno di 24 ore per trovarti, non so se sei un medico o un infermiere ma domani, 13 dicembre, è il compleanno del mio papà Salvatore, letto 291. Vorrei chiederti di fargli una carezza da parte mia e da tutta la sua famiglia". E ancora "Papà ci tiene tanto al suo compleanno! So che hai molto da fare in questo periodo e ti ringrazio per quello che state facendo sia tu che i tuoi colleghi, ma se hai anche solo un minuto puoi fargli una carezza?"

Queste parole, dolcissime, hanno commosso la Brianza e sono state subito condivise da migliaia di utenti.

Poi, come racconta l'Ansa, un messaggio in piena notte: "Volevo dirle che sono un'infermiera di Vimercate, ho letto il suo post e comincio il turno domattina alle 7: la prima cosa che farò è andare a dare una carezza a suo padre". Ma le sorprese non sono terminati così: oltre al messaggio di auguri e alla carezza infatti l'infermiera ha fatto fare una videochiamata all'uomo con il suo cellulare e gli ha permesso così di vedere i sorrisi della sua famiglia e di sentire la voce dei propri cari. 
"Già ieri sera un'infermiera mi ha fatto fare una videochiamata dal suo cellulare con mio padre - ha raccontato la ragazza che è in attesa di un bambino - L'ho visto affaticato, ma tranquillo, non so come ringraziare tutti per questo momento speciale".  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

L'Iss elenca uno a uno tutti gli errori della Lombardia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento