Venerdì, 30 Luglio 2021
Coronavirus

Decreto Natale e Capodanno: multe e quanto si rischia a violare regole

Non ci saranno controlli all'interno delle abitazioni: ma occhio agli spostamenti

Da 400 a 3mila euro. Fino a 4mila se a bordo di un veicolo. E' questo il range delle sanzioni per chi viola con spostamenti non autorizzati il decreto per Natale e Capodanno approvato venerdì sera. I provvedimenti cercheranno di mantenere bassa la circolazione del virus in attesa del vaccino. Le persone positive, invece, con obbligo di quarantena, nel caso violassero il decreto, oltre alla multa, vanno incontro a una denuncia penale. Ma cosa si può fare?

Nelle giornate festive e prefestive tutta Italia sarà, come da vecchi Dpcm, zona rossa. Di fatto, ci si può muovere molto poco. Solo nelle vicinanze della propria abitazione. Ci si può spostare solo per motivi di salute, lavoro, necessità. Si può quindi andare ad assistere una persona in difficoltà. Oppure si può andare a fare attività motoria nei pressi della propria abitazione o andare a messa. A richiesta, bisogna esibire l'autocertificazione

Si possono invitare due persone non conviventi a casa

Due posti a tavola in più, oltre a quelli di bambini fino a 14 anni e persone disabili. E’ la deroga concessa al blocco degli spostamenti che consentirà a familiari, fidanzati ma anche amici di incontrarsi nei giorni festivi e prefestivi e dunque di poter festeggiare insieme sia a Natale che a Capodanno rispettando però sempre il coprifuoco entro le 22.

Una famiglia potrà dunque invitare a casa due persone che potranno portarsi dietro i bambini e persone non autosufficienti a loro affidate. Incontri che potranno avvenire, una volta al giorno, con spostamenti dentro la regione.

Letteralmente il Dl 18 dicembre non autorizza il Cenone ma consente di invitare amici e parenti rispettando il coprifuoco. Non si potranno organizzare feste o ritrovi con decine di parenti e amici, ma la deroga presente nel Dl fornisce il via libera alle visite per tutto il periodo delle feste di due persone non conviventi e i minori di 14 anni possono accompagnare i genitori. Non sono richiesti legami di parentela (nei giorni scorsi si era parlato di limitazioni al primo e al secondo grado) e non sono vietati gli incontri tra amici. Tra il 24 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021 è permessa quindi una visita a un parente o un amico nel corso di queste giornate senza uscire dalla regione e con il limite di dover rientrare alle 22 o dopo le 5 del mattino, di recarsi in una sola abitazione nell’arco della giornata (quindi niente giro dei parenti) e di non essere più di due ad andare a fare gli auguri. Nelle case private non ci sono divieti e sono impossibili i controlli delle forze dell'ordine a meno che non arrivi una denuncia. I controlli si concentreranno quindi sugli spostamenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decreto Natale e Capodanno: multe e quanto si rischia a violare regole

MonzaToday è in caricamento