Cem Ambiente: premiati gli studenti-attori degli spot sulla raccolta dell’olio usato realizzati grazie al progetto "Fai il pieno d’olio"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Ragazzi delle scuole trasformati in registi e attori al servizio delle buone regole di raccolta dell'olio alimentare usato. Il progetto si chiama Fai il pieno d'olio ed è stato promosso da Regione Lombardia, Provincia di Milano e di Monza e Brianza, in collaborazione con CEM Ambiente e con i sei Comuni aderenti (Gessate, Liscate, Pozzuolo Martesana, Trecella, Cambiago, Cavenago, Bellinzago Lombardo). È iniziato un anno fa e oggi, sabato 23 maggio, i giovani partecipanti e i loro spot ormai terminati, sono stati presentati e premiati, presso la sede di Cem Ambiente a Cavenago, alla presenza dei vertici societari e di rappresentanti di Regione Lombardia, Città metropolitana e di tutti gli enti sostenitori.

Diversi i video proiettati (In una sintesi costruita apposta), realizzati grazie al supporto dato dall'Associazione Energetica e scaricabili dal canale You Tube (link: https://www.youtube.com/channel/UCtNn3jYs5hKDeZj6BXmx9Bw). I ragazzi premiati, sono intervenuti in rappresentanza delle seguenti scuole:

Scuola secondaria di I grado "Albert Einstein" di Bellinzago Lombardo

Istituto Comprensivo di Indago


Scuola Primaria "Antonio Locatelli" di Cambiago

Istituto Comprensivo "A. Faipò" di Gessate

Scuola Secondaria "Cesare Beccaria" di Cambiago

Istituto Comprensivo "A. Faipò" di Gessate

Scuola primaria "Ada Negri" di Cavenago di Brianza

Istituto Comprensivo Statale "Ada Negri" di Cavenago di Brianza

Scuola primaria "Armando Diaz" di Gessate

Istituto Comprensivo "A. Faipò" di Gessate

Scuola primaria "Gianni Rodari" di Liscate

Istituto Comprensivo "P. Mascagni" di Melzo

Scuola Primaria "Alessandro Manzoni" di Pozzuolo Martesana

Istituto Comprensivo "A. Manzoni" di Pozzuolo Martesana

Scuola primaria "Ada Negri" di Trecella

Istituto Comprensivo "A. Manzoni" di Pozzuolo Martesana

Come premio hanno è stato consegnato un buono libri da 150 euro per classe coinvolta. È stata premiata anche l'Associazione Sephirah di Gessate grazie al quale molti cittadini sono stati coinvolti, insime agli studenti, nella realizzazione dello spot per il corretto recupero dell'olio usato.

Fai il pieno d'olio: è un progetto che mira a modificare la cattiva abitudine di buttare nel wc o nel lavandino l'olio usato, prodotto con la frittura o contenuto nei vasetti dei sott'oli o dei condimenti, anche attraverso una capillare campagna di comunicazione che ha visto parte attiva i ragazzi delle scuole, trasformati in attori per la realizzazione di spot sulla buona raccolta dell'olio usato. Hanno aderito al progetto i Comuni di Bellinzago Lombardo, Cambiago, Cavenago Brianza, Gessate, Pozzuolo Martesana e Liscate. I ragazzi delle scuole coinvolti sono stati oltre 1.000; gli instant spot sono stati oltre 90 più 2 spot televisivi e 1 video musicale. Le visualizzazioni su Youtube sono state 2500.

.

«La raccolta dell'olio da cucina - ha detto Virginio Pedrazzi, amministratore unico di Cem Ambiente Spa - è una buona abitudine che deve entrare nella quotidianità delle famiglie. L'olio usato, infatti, è un rifiuto pericoloso che crea costi inutili alla depurazione e all'ambiente. Prevenire tutto questo è possibile: basta abituarsi a raccoglierlo nel modo giusto, come si fa per gli altri rifiuti, e a portarlo allo smaltimento corretto. Consentendone, così, il recupero".

"Fai il pieno d'olio - prosegue Pedrazzi - non ha solo informato i ragazzi e le loro famiglie sulla necessità di occuparsi in modo corretto e intelligente dei rifiuti che producono, in particolare degli oli di cucina, ma è stata un'occasione importante per esercitare un'azione di cittadinanza attiva. Con un'innovativa modalità, la campagna di sensibilizzazione è stata condotta non da un'agenzia di professionisti, ma è nata e si è diffusa "a macchia d'olio" fra tutti i cittadini ».

I temi che gli spot pubblicitari hanno toccato sono molto differenziati: c'è chi ha sottolineato l'aspetto etico (citando papa Bergoglio in persona), c'è chi ha voluto far leva sulla convenienza economica (in questo caso, il riciclo dell'olio ha fatto rima con portafoglio), c'è chi ancora ha richiamato l'orgoglio di fare qualcosa di buono per il proprio territorio, per la propria salute e per la propria comunità, evidenziando l'aspetto del ciclo chiuso di un'economia circolare del riciclo dell'olio come bio-carburante.

Qualche numero sull'olio nei Comuni coinvolti

Grazie al progetto avviato, i sei Comuni interessati hanno aumentato considerevolmente la raccolta dell'olio usato passando da 2.385 chilogrammi nei primi 4 mesi del 2014 a 4.655 chilogrammi per lo stesso periodo del 2015 ; registrando, così, un +2.270 chilogrammi di olio raccolto e portato in piattaforma.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento