Tanti applausi per il concerto per due pianoforti a Biassono

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Per il 35° anniversario della Scuola di musica A. Monguzzi la Direttrice Lucia Corno stupisce ancora con un programma ad effetto da un inatteso "8 mani".

La Sala Civica "C. Cattaneo" del Comune di Biassono non poteva contenere tutti gli spettatori convenuti giovedì 7 giugno per assistere ad un Concerto fuori dall'usuale. Sul palco 2 pianoforti a coda hanno visto vibrare le proprie corde dal tocco sapiente di quattro Pianisti d'eccezione che per la serata hanno "portato in scena" un programma entusiasmante eseguito quasi interamente ad "8 mani". Simone Baroni, Davide Beretta, Silvia Ferrario e Valentina Noseda sono tutti cresciuti alla Scuola di Musica "Amerigo Monguzzi" di Biassono della quale quest'anno si celebra il 35° anniversario dalla fondazione e diretta oggi da Lucia Corno. Alcuni di loro sono anche stati "certificati" ai Conservatori di Milano e Mantova a testimoniare una preparazione di altissimo livello nell'arte concertistica sulla tastiera. L'effetto dato dai due pianoforti a coda, aperti per l'occasione a portare più alte le vibrazioni delle loro corde, aggiungeva fascino ai brani eseguiti dai pianisti. Quasi due ore di esecuzioni hanno estasiato i presenti affascinati dalle Overtoures di Mozart quali il Don Giovanni e Le Nozze di Figaro, il primo movimento della "Quinta" di Beethoven e un "Fidelio" sempre del Ludwig tedesco che ha strappato l'ovazione finale. "Non ho parole, sono emozionatissima…... - ci dice la direttrice Lucia Corno - abbiamo visto questi quattro pianisti, ai quali vorrei aggiungere la partecipazione di Luca Perego che ha eseguito insieme a Davide Beretta la bellissima Sonata K448 di Mozart, toccare i primi tasti fin da bambini e vederli oggi adulti ed ancora attaccati alla nostra Scuola ci da' qualcosa di più di una grande esecuzione in quanto e' nata da loro stessi l'idea di un 8 mani così atipico, poco eseguito nei circuiti concertistici ma che da' brividi quando i toni crescono, quando i tasti vengono fatti vibrare e i due pianoforti danno il loro meglio. Voglio ringraziarli davvero per questo loro impegno e per un risultato andato sicuramente oltre le più rosee aspettative. In questa occasione mi fa piacere ringraziare anche la signora Giuseppina Monguzzi e l'assessore alla Cultura del Comune di Biassono Luciano Casiraghi per essere sempre vicini alla Scuola di Musica "Monguzzi". Abbiamo in serbo altre sorprese per quest'anno di celebrazioni che oggi ha, per quanto visto stasera, segnato un passo che ricorderemo a lungo". Nella serata si sono anche esibiti altri allievi della Scuola, piccoli ed adolescenti che già sanno accattivarsi gli applausi del pubblico fra i quali citiamo l'esecuzione di due bravissime pianiste, Chiara Angeletti e Anna Colzani, autrici di un delicatissimo Debussy a 4 mani che ha toccato il cuore di tutti i presenti.

 

 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento