L’Università di Milano-Bicocca ha fatto tredici nella ricerca

Regione Lombardia e Miur, nell’ambito del bando per la realizzazione di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, finanziano tredici progetti di ricerca dell’Università di Milano-Bicocca. Il finanziamento permetterà di avviare nuovi progetti di ricerca e di finanziare nuove borse di studio.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

27 giugno 2012 - Dal fotovoltaico all’informatica, dai farmaci antibiotici ai nuovi materiali, dall’agroalimentare all’aerospazio. Regione Lombardia e Miur finanziano tredici progetti dell’Università di Milano-Bicocca presentati nell’ambito del bando per la realizzazione di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale nei settori strategici di Regione Lombardia e del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Il finanziamento, per un importo complessivo di 118.000.000 euro di cui 19.891.919 euro per i progetti che vedono la partecipazione di Milano-Bicocca, servirà ad avviare nuove attività di ricerca.

Trecentosettantacinque le proposte progettuali presentate da imprese, Enti di ricerca e Università, trecentossessanta quelle ammesse. E tra tutte le proposte arrivate, ne sono state finanziate complessivamente novantuno. Tredici vedono la partecipazione dell’Università di Milano-Bicocca che al bando aveva risposto presentando ventinove progetti di ricerca.

«Dopo esserci piazzati al venticinquesimo posto nella classifica mondiale THE 100 under 50 pubblicata recentemente da Times Higher Education, risultando primi in Italia – dice Francesco Archetti, delegato del rettore per la ricerca, l’innovazione e il trasferimento tecnologico –, arriva un altro importante riconoscimento per il nostro Ateneo. E lo otteniamo sul versante della ricerca industriale. Ben tredici i progetti finanziati – su ventinove proposti – confermano la qualità della nostra ricerca, basata su un approccio multidisciplinare e supportata da investimenti in infrastrutture e attrezzature».

Il finanziamento, che permetterà di avviare nuovi progetti di ricerca e di finanziare nuove borse di studio a favore di giovani ricercatori, è stato possibile grazie al bando emanato nell’ambito di un accordo di programma in materia di ricerca nei settori dell’agroalimentare, aerospazio, edilizia sostenibile, energia e fonti rinnovabili - finalizzato anche all’implementazione dei distretti tecnologici già riconosciuti delle Biotecnologie, ICT e nuovi materiali -, tra il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e Regione Lombardia.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento