La maggioranza perde un altro pezzo: esce anche Fabio Ferrante

La decisione resa nota durante il consiglio comunale di ieri sera: si complica la posizione del centrodestra in vista dell'approvazione della Variante al PGT che deve avvenire nei prossimi giorni

Un altro consigliere esce dalla maggioranza: si tratta di Fabio Ferranti, che passa da Forza Italia vero il Pdl  al gruppo dell'Udc.  L'atto è stato motivato con divergenza inconciliabili con l'operato della Giunta Mariani.  E nel centrodestra la situazione si complica: fra pochi giorni scadono i termini per l'approvazione in aula della variante al PGT ( Piano di Governo del Territorio).

Nei giorni scorsi si erano registrate le dimissioni dell'assessore al Patrimonio Giovanni Antonicelli e dell'onorevole Elena Centemero, commissaria straordinaria del partito di Silvio Berlusconi dopo l'arresto di Masimo Ponzoni. Centemero è stata nominata dal segretario nazionale Angelino Alfano coordinatrice della Commissione Nazionale  Scuola e Università: ma la  mossa è stata interpretata da molti come un tentativo di serrare i ranghi per l'approvazione dello strumento urbanistico e  come un modo per  mettere le mani avanti in previsione di  un eventuale  della Lega nella corsa alle Comunali di maggio.

A prendere il posto della deputata azzurra sarà infattti Paolo Romani, uomo di fiducia dell'ex premier e padre della variante al Pgt quando era assessore all'Urbanistica. Giorni decisivi questi, anche per le candidature.  In caso di corsa solitaria degli azzurri, oltre a Dario Allevi, stanno prendendo quota nelle retrovie anche i nomi degli assessori Pierfranco Maffè e Martina Sassoli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto sabato Umberto Bossi sarà a Monza per la "Fiaccolata per la Libertà" dei lumbard: Bossi  parlerà al ternime del corteo  sul palco di piazza del Duomo.  Da lui si attendono chiarimenti che potrebbero dissolvere le nebbie sul centrodestra che a poco più di due mesi dalle urne non ha ancora un candidato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento