Animali

Addio a Franz, lo storico "bagnino" brianzolo a quattro zampe

Aveva 12 anni il bellissimo esemplare di terranova, mascotte dell'Associazione Cinofila Salvataggio Nautico

Una bella immagine di Franz (Pagina Facebook Associazione Cinofila Salvataggio Nautico)

L’Associazione Cinofila Salvataggio Nautico piange Franz. Il bellissimo terranova di 12 anni e 70 kg di bontà era da sempre il simbolo dell’associazione monzese. La punta di diamante del sodalizio e del suo presidente Claudio Longoni orgoglioso  quando, alle esibizioni, il pubblico e i giudici rimanevano a bocca aperta davanti alle imprese di Franz.

“Era un cane straordinario -  racconta Longoni a MonzaToday  - Riusciva a tirare fino a 1.500 kg di carico, una barca a motore con passeggeri. A Genova aveva conquistato il pubblico nell’esibizione del trasporto a riva delle zattere da salvataggio delle navi stracolme di viveri”.

Quando mercoledì 21 luglio sulla pagina Facebook dell’associazione è comparsa la notizia della morte per vecchiaia del “gigante peloso” sono stati tanti i commenti. Tanti i soci e i proprietari di cani da salvataggio che hanno fatto scuola dal mitico Franz.

“Franz era un maestro di pelosissimi addestramenti e compagno di bavosissimi abbracci - ricorda Longoni - Aveva 3 anni quando è entrato nella mia vita. L’ho adottato da una famiglia di Legnano che non era più in grado di prendersene cura. Ho avuto tanti terranova, ma lui in acqua era straordinario, pronto a qualsiasi impresa. Quando c’era bisogno di aiuto lui non falliva mai”.

L’associazione, che si occupa della preparazione delle unità cinofile operative di salvataggio nautico, conta circa una cinquantina di soci e oltre trenta cani da salvamento che svolgono il loro prezioso servizio a Bellano.

Difficile per Claudio Longoni lavorare. L’educatore cinofilo, che dirige la Dog’s Academy di Sovico dove è presente anche una piscina per gli amici a quattro zampe, ricorda le tante imprese vissute insieme. “Insieme nella vita e insieme nel lavoro. Franz, come tutti i cani dell’associazione, fanno parte della famiglia e vivono in simbiosi con i loro proprietari”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Franz, lo storico "bagnino" brianzolo a quattro zampe

MonzaToday è in caricamento