Coronavirus

Boom di prenotazioni per i vaccini covid: oltre 4 milioni di dosi somministrate in Lombardia

Domenica 9 maggio sono stati effettuati 68.864 vaccinazioni, arrivando a 4.152.753 dosi

La campagna vaccinale sembra proseguire a gonfie vele in Lombardia. Ora tocca ai cittadini tra 50 e 59 anni. Erano già 270.170 lunedì mattina alle 9.30 le persone prenotate, poco dopo mezzogiorno sono salite a 341.012. Dalla mezzanotte infatti c’è la possibilità per i cinquantenni di fissare un appuntamento per la somministrazione della prima dose.

La Regione precisa che 169.851 erano già prenotati in altre categorie, 336.724 già vaccinati con almeno una dose prima di oggi. Complessivamente sono 847.587 i 50-59enni che hanno preso appuntamento o sono stati già vaccinati, il 53,24% del totale. Quarantasei persone verrano vaccinate già lunedì.

Vaccini covid, in Lombardia oltre 4 milioni di somministrazioni

La Regione ha poi sottolineato su Facebook come in Lombardia siano state superate oltre 4 milioni di somministrazioni, corrispondenti al 90,99% del totale delle dosi consegnate. Eseguendo in media il 20% del totale delle dosi somministrate in tutta Italia, la Regione si attesta tutti i giorni al di sopra degli obiettivi fissati dal generale Francesco Polo Figliuolo.

Secondo Palazzo Lombardia, domenica 9 maggio sono stati effettuati 68.864 vaccinazioni, con il totale delle dosi a 4.152.753 dall’inizio della campagna fino a domenica.

La situazione dei vaccini a Milano

Il 32,45% dei milanesi sopra i 16 anni ha ricevuto almeno una dose di vaccino contro il coronavirus. È il dato che emerge dal bollettino che quotidianamente viene pubblicato sul sito della Regione Lombardia. Secondo i dati pubblicati nella giornata di lunedì 10 maggio i cittadini che hanno ricevuto la prima dose sono oltre 392mila; quelli immuni (a cui sono state iniettate entrambe le dosi) sono 157mila.

Tra lunedì e domenica 9 maggio, tuttavia, il numero di vaccinazioni anticovid in Lombardia è sceso per la prima volta dopo cinque settimane. Tra il 3 e il 9 maggio, infatti, le punture sono state oltre 588mila; 678mila la settimana precedente. Un rallentamento del 13,2%. La Lombardia, infatti, ha smesso di fare 100mila vaccinazioni quotidiane assestandosi a quota 96mila. Il fatto era stato annunciato nei giorni scorsi dal governatore Fontana: "Purtroppo a causa della carenza di vaccini abbiamo dovuto rallentare, infatti il generale Figliuolo ha abbassato il target per la nostra regione, che ora si attesta intorno alle 85mila inoculazioni al giorno — aveva spiegato il presidente della Lombardia nella giornata di giovedì 6 maggio —. Voglio comunque sottolineare che la Lombardia è l’unica, insieme ad altre due regioni, ad avere mantenuto e superato i target".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boom di prenotazioni per i vaccini covid: oltre 4 milioni di dosi somministrate in Lombardia

MonzaToday è in caricamento