Domenica, 13 Giugno 2021
Coronavirus

Vaccini anticovid: sono aperte le prenotazioni per i 30enni

Le prenotazioni sul sito della Regione sono state aperte intorno alle 21.30 di mercoledì 26 maggio

Foto d'archivio

In Lombardia mercoledì 26 maggio, poco dopo le 21.30, si sono aperte le prenotazioni per la vaccinazione covid per la fascia 30-39 anni. I primi appuntamenti, secondo quanto appreso da MilanoToday, sono stati fissati per i primi giorni di giugno nei centri vaccinali della città.

C'è anche una novità. Dato che per il momento non è possibile conoscere a priori quale farmaco riceverà il vaccinando il sistema della Regione, durante le fasi di prenotazione, indica l'intervallo di tempo in cui sarà calendarizzato il richiamo per ciascuno dei vaccini utilizzati. Un modo per aiutare a programmare con un po' più di serenità le vacanze estive. L'assessorato alla sanità della Lombardia avrebbe dato indicazioni di immunizzare i 30enni soprattuto con sieri Pfizer e Moderna, farmaci che prevedono la seconda "puntura" dopo 35 e 42 giorni.

Come prenotare il vaccino

I metodi per prenotare sono sempre gli stessi. Per iscriversi sul sito di Poste - qui il link - sarà sufficiente avere il numero della tessera sanitaria e un cellulare. Sarà anche possibile prenotare da cell center al numero 800894545 o dal Postamat: per farlo basterà raggiungere uno degli sportelli Atm presenti sul territorio, premere il tasto 6 e inserire la tessera sanitaria. Inoltre sarà anche possibile rivolgersi ai portalettere a domicilio e prendere appuntamento con il loro aiuto.

Prima dose a tutti entro luglio

L'obiettivo di regione Lombardia, dichiarato più volte, è di somministrare la prima dose a tutti i lombardi entro luglio. E, stando al piano di forniture presentato dal commissario nazionale, il generale Paolo Francesco Figliuolo, la missione è possibile.

Entro il 28 giugno, infatti, in Lombardia arriveranno quasi 3 milioni di dosi: 135.600 di Johnson & Johnson, 331.500 di Astrazeneca, 374.000 di Moderna e quasi due milioni - 1.983.150 - di Pfizer.

"Il piano, come sappiamo, è sempre suscettibile di variazioni", aveva commentato Letizia Moratti, vice presidente della giunta e assessora al welfare. "Tuttavia, se il commissario Figliuolo ce lo consentirà, la previsione ci fa attendere per la metà di giugno di raggiungere l'importante media di 100 mila vaccinazioni quotidiane. Con questa velocità, la campagna vaccinale andrebbe incontro a una svolta decisa e l'obiettivo di vaccinare i lombardi per la fine di luglio, almeno con la prima dose, sarebbe pienamente alla nostra portata".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini anticovid: sono aperte le prenotazioni per i 30enni

MonzaToday è in caricamento