menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, sale a 376 il numero dei contagi a Monza e in Brianza

L'assessore Gallera ha annunciato l'arrivo di una task force di sette medici e professionisti dalla Cina

Non si ferma l'avanzata dell'infezione da Covid-19 in Lombardia. Martedì pomeriggio, durante la conferenza stampa di aggiornamento sull'emergenza sanitaria causata dal coronavirus, l'assessore Giulio Gallera ha comunicato che il numero dei contagi è salito a 16.220: oltre 1500 persone contagiate in più in un giorno. Numeri in continua crescita purtroppo anche per quanto riguarda i decessi che sono ora 1.640 (+220 in un giorno). 

4.265 persone si trovano in isolamento, a casa, mentre 879 persone positive sono ricoverate in terapia intensiva. 6953 sono i pazienti in degenza in ospedale. Contestualmente cresce anche il numero delle persone guarite dal virus: 2.485.

Nella giornata di martedì 17 marzo a Monza e Brianza il numero dei casi di positività al coronavirus risultano 376, con un incremento di trenta contagi in un giorno. 

Medici in arrivo dalla Cina

"Oggi sono arrivati 14 respiratori dalla Protezione civile e 30 da terapia sub intensiva dalla Cina" ha comunicato Gallera ringraziando "chi continua a dare dimostrazioni di grande solidarieta' tramite un lavoro incredibile h24". Domani, inoltre, il vicepresidente Fabrizio Sala e il sottosegretario Alan Christian Rizzi accoglieranno a Malpensa medici e personale sanitario in arrivo dalla Cina e dagli Stati Uniti. La delegazione cinese e' composta da 7 medici fra intensivisti e immunologi e 3 tecnici e infermieri. Se ne prevede ne possano arrivare "circa 300". Sono gia' arrivati anche "i primi medici dagli Stati Uniti che domani cominceranno ad allestire l'ospedale da campo a Cremona. Da domani, inoltre, all'ospedale San Carlo di Milano, ci saranno "16 nuovi posti di terapia intensiva che raddoppieranno in una settimana circa".

"Ancora troppi movimenti", tracciate le celle telefoniche

"Con l'aiuto delle compagnie telefoniche, abbiamo potuto verificare gli spostamenti dei lombardi, in questi giorni di emergenza coronavirus. In base ai
movimenti tracciati attraverso il monitoraggio delle celle telefoniche risulta, in base alle prime stime che dal 20 febbraio ad oggi il calo dei movimenti è stato del 60%. Ci sono ancora troppe persone che si spostano, corrispondenti al 40% del totale: il consiglio è e resta di rimanere a casa".

Lo ha detto il vicepresidente della Regione Lombardia Fabrizio Sala intervenuto in diretta Facebook sulla pagina di Lombardia Notizie online commentando il grafico elaborato sulla scorta dei primi dati forniti dai gestori di telefonia mobile.

I casi di Coronavirus provincia per provincia

Nella giornata di martedì 17 marzo La provincia più colpita dal Coronavirus è ancora Bergamo (3993 casi), seguono Brescia (3300 casi) e Milano (2326). Successivamente ci sono Cremona (2073), Lodi (1418), Pavia (884), Mantova (465), Lecco (440), Monza e Brianza (376), Como (256), Varese (234) e Sondrio (74).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il supermercato alle porte della Brianza dove 'si fa la spesa gratis'

Coronavirus

Per la Lombardia sarà l'ultima settimana in zona arancione?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Come funziona la truffa del pacco (e come difendersi)

  • Economia

    Validità e regole per il bonus vacanze 2021

Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento