Michele, il 38enne travolto e ucciso da un camion mentre andava a lavorare in bici

L’uomo, originario di Monza, era ospite di una comunità di Reggio Emilia. Il tragico incidente è avvenuto lunedì mattina: il trentottenne è stato travolto e ucciso dal rimorchio di un camion

La vittima

Era lì, lontano dal suo luogo di nascita, perché ospite di una comunità. E proprio lì, a tanti chilometri da casa sua, ha trovato la morte. E’ il trentottenne Michele Grippa, l’uomo originario di Monza morto lunedì mattina in un tragico incidente a Mancasale, zona industriale di Reggio Emilia

Verso le otto di mattina, Michele era in sella alla sua bici per andare a lavorare nella “Cooperativa L’Ovile”, in via De Pisis. All’altezza di una rotonda, però, secondo le prime ricostruzioni, il rimorchio di un mezzo pesante lo ha centrato in pieno.

Sulla dinamica dell’incidente indaga la polizia stradale di Reggio Emilia, ma i dubbi sembrano pochi. Pare che l’autista del camion, svoltando, non abbia visto arrivare il trentottenne e lo abbia colpito con il rimorchio. 

Per Michele, che era ospite della “Comunità Papa Giovanni XXIII”, non c’è stato nulla da fare. I soccorritori arrivati sul posto non hanno potuto far altro che constatare il suo decesso. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Natale low cost: 11 idee regalo a meno di 20 euro per gli amici e la famiglia

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento