Fuggono dopo un incidente, nel furgoncino hanno una targa nascosta

Dopo un sinistro sabato sera gli agenti della polizia locale di Monza si sono messi sulle tracce di un Mercedes Vito con targa ucraina fuggito dopo il frontale: nel vano del mezzo la curiosa scoperta. In ospedale sono finite due persone

Hanno provocato un incidente stradale con un violento frontale e sono fuggiti via prima che la polizia locale arrivasse sul posto.

E' accaduto intorno alle 21.30 di sabato sera in via Ugo Foscolo all'altezza di via Salvadori: un furgoncino Mercedes Vito con targa ucraina con alla guida due ragazzi stranieri ha centrato una Fiat Punto su cui viaggiavano due persone. L'impatto è stato violento, il veicolo è stato danneggiato nella parte anteriore, con il cofano motore che è rientrato e gli airbag scoppiati. Alcuni testimoni dell'accaduto hanno allertato immediatamente i soccorsi e le due vittime a bordo della Punto sono state trasferite al San Gerardo e al Policlinico. Per i due responsabili del sinistro invece non c'è stata alcuna seria conseguenza e, appena hanno avuto l'occasione di fuggire, ne hanno approfittato. Nella concitazione del momento, con i soccorsi del 118 indaffarati ad assistere i due feriti, il conducente e il passeggero del furgoncino hanno fatto perdere le proprie tracce.

Quando la polizia locale, pochi minuti dopo, è arrivata sul posto per i rilievi del caso non ha trovato il mezzo ma solo una descrizione sommaria, di un furgoncino chiaro, fornita da chi era stato testimone dell'accaduto.

La pattuglia della polizia locale ha effettuato immediatamente un giro di controllo nel quartiere per cercare di identificare il furgoncino nella speranza che i due fossero ancora nelle vicinanze. Il mezzo è stato infatti individuato poco dopo ma delle due persone a bordo non è stata trovata alcuna traccia.

Gli agenti hanno individuato il veicolo incidentato parcheggiato all'altezza di via Messa, con una serie di danneggiamenti riconducibili al sinistro avvenuto da poco. Quando il furgoncino è stato aperto le sorprese non sono finite: nel cassone del mezzo, tra alcuni arnesi e attrezzi vari c'era riposta e nascosta una targa ucraina, staccata da un'altra vettura non ancora individuata.

Attraverso il libretto di circolazione i vigili urbani sono risaliti al proprietario del veicolo, un cittadino ucraino, che verrà adesso interrogato per fornire una spiegazione all'accaduto. Non è infatti esclusa l'ipotesi che la targa "estirpata" possa provenire da un mezzo provento di furto o coinvolto in altri gravi incidenti stradali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento