Com. Stampa: Camera di Commercio Monza, prezzi su

In Lombardia i prezzi degli alimentari aumentano in un anno del 3,5%, di più a Varese (+5,5%) e a Lodi (+4,9%). Bergamo è la provincia con gli incrementi più contenuti (+1,3%). A Monza rincari del +4,4%

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

IL CARRELLO DELLA SPESA è SEMPRE Più CARO PER LE FAMIGLIE LOMBARDE:
IN UN ANNO 80 EURO IN PIU'


 Per risparmiare si cercano le promozioni e i marchi commerciali, con cui si può risparmiare fino al 34%. In un “carrello tipo” di una famiglia lombarda a scendere sono solo i prezzi di yogurt, olio, bevande, shampoo e dentifricio. Concedersi una pizza a Monza (9,5 Euro) costa meno che a Milano (10,2 Euro) e Varese (10,6 Euro).


Monza, 26 giugno 2012. I prezzi degli alimentari aumentano in un anno del 3,5% e per le famiglie lombarde il carrello costa circa 80 Euro in più. A Monza l’aumento per la spesa alimentare è maggiore rispetto alla media (+4,4%): un rincaro che vale per i portafogli dei monzesi circa 100 euro su base annua. I prezzi degli alimentari crescono di più a Varese (+5,5%) e a Lodi (+4,9%) mentre Bergamo è il capoluogo con gli incrementi più contenuti (+1,3%). Lecco e Pavia, nonostante gli aumenti registrati, sono le città lombarde più economiche per riempire il carrello: rispettivamente il costo della spesa vale il 5,9% e il 5,7% in meno rispetto alla media lombarda.

E sugli scaffali di negozi e dei punti di grande distribuzione è boom delle promozioni: 20 prodotti del “carrello tipo” presentano almeno una referenza di marca in promozione. E se si acquistano i prodotti a marchio commerciale, il risparmio è pari a circa il 34%. E in Lombardia è in aumento anche il costo dei servizi: al bar, per esempio, il caffè è cresciuto in media del 3,4% in un anno e una pizza in pizzeria si paga lo 0,6%  in più rispetto ad un anno fa. Sono alcuni dei dati che emergono dalla Rilevazione dei prezzi di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza e in Lombardia realizzata dalla Camera di Commercio di  Monza e Brianza con il coordinamento scientifico di Ref-Ricerche, presentate oggi presso la sede della Camera di commercio di Monza e Brianza.

 Il carrello della spesa a Monza … vale mediamente 161 Euro. Anche a Monza, come in Lombardia, aumenta il prezzo della maggioranza dei generi alimentari rispetto allo scorso anno: il caffè tostato, ad esempio, registra +22,1%. In controtendenza l’olio extravergine di oliva (-4,9%) e il pollo (-1,8%). Nel carrello costa meno anche il dentifricio (-3,9%).  
…e nelle altre province lombarde Lecco è la provincia più economica della Lombardia per il carrello della spesa (-5,9% rispetto alla media lombarda), seguita da Pavia (-5,7%). Monza e Milano sopra la media lombarda (rispettivamente +3,5% e +3,6%). I prezzi degli alimentari crescono di più a Varese (+5,5%) e a Lodi (+4,9%) mentre Bergamo è la provincia con gli incrementi più contenuti (+1,3%)

SERVIZI - Tra i prezzi dei servizi al bar, il caffè in un anno cresce a Monza di +5,5% (1 Euro il prezzo medio), un aumento superiore alla media lombarda (+3,4%). Tra le consumazioni al bar il “toast veloce” della pausa presenta gli aumenti più significativi (+7,3% in un anno). Gustarsi l’espresso al bar è un’abitudine che costa di più a Cremona, Brescia e Bergamo (1 Euro), di meno a Como, Varese e Milano (0,90 Euro). In aumento a Monza il prezzo per un’uscita in pizzeria (+0,5% in un anno), rincaro in linea con la media lombarda (+0,6%). Anche se concedersi una pizza a Monza (9,5 Euro) costa meno di Milano (10,2 Euro) e Varese (10,6 Euro).


 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento