Didò: come realizzarlo in casa coi bambini

Tra i giochi preferiti dai bambini, il Didò può essere realizzato anche in casa. Ecco come prepararlo e come evitare che si secchi

Foto da Nonsprecare.it

Da alcuni chiamato ancora “pongo”, il Didò è tra i giochi migliori per impegnare e far divertire in modo sano e sicuro i nostri figli, specie quando sono costretti a passare molto tempo in casa. E non è neppure necessario comprarlo: è possibile infatti realizzarlo da sé, grazie ad una preparazione molto semplice che ben si presta ad essere realizzata coi bambini.

Vediamo dunque insieme come fare il Didò in casa utilizzando la crema di riso che, essendo commestibile, è perfetta anche per i più piccini.

Didò con crema di riso

Ingredienti:

40 ml di olio

1 tazza di crema di riso

1 tazza di maizena

½ tazza di acqua

colorante alimentare 

Molto simile a quello che si trova in commercio, questo tipo di Didò - che si ottiene impastando insieme tutti gli elementi - è facile da modellare e mantiene bene la forma data. Conservato in un sacchetto nel frigorifero, può durare fino a tre giorni. E se si possiede un Bimby o un robot da cucina dalla funzione simile, la preparazione è ancora più veloce.

Didò con farina

In alternativa, è possibile preparare il Didò con della farina e con del cremor tartaro, agente lievitante naturale estratto dall’uva molto comune soprattutto tra chi segue un'alimentazione vegana.

Ingredienti:

225 gr di farina

295 gr di acqua

235 gr di sale

3 cucchiai di olio di semi di girasole

1 bustina di cremor tartaro (circa 8 grammi)

1 fialetta di aroma limone

5 gr di colorante gel per ogni colore

Anche questo Didò, come il primo, si ottiene impastando insieme tutti gli ingredienti ed è interamente composto da ingredienti commestibili, quindi sicuri per i bambini.

Come evitare che il Didò si secchi

Premettendo che la durata del Didò può variare a seconda degli ingredienti, di quante volte lo si modella e della sua consistenza, vediamo alcuni consigli per evitare che si secchi facendolo dunque durare più a lungo.

La regola numero uno per la conservazione del Didò e quella di far prendere ai panetti meno aria possibile, una volta finito di utilizzarli. Per quanto riguarda la conservazione, possono andare bene un barattolo di vetro, un contenitore per alimenti a chiusura ermetica o un sacchetto in plastica ben chiuso. Meglio se posizionati all'interno del frigorifero.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un’altra regola importante è quella di non mischiare due o più Didò preparati in giorni diversi, o con ingredienti differenti. Infine, è consigliabile aggiungere qualche goccia d’olio ogni volta che si inizia a rilavorare il Didò e ci si accorge che la sua superficie risulta essere un pò secca. 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alunno positivo: cosa succede ai suoi compagni (e ai loro genitori)

  • Tumore al pancreas in stadio avanzato: operazione "unica" all'ospedale di Vimercate per una donna

  • Una domenica dal sapore medievale, tra i borghi e i castelli della Lombardia

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Dove andare a fare castagne senza allontanarsi troppo da Monza

  • Diesel vietati a Monza e in Lombardia: la nuova data. Sì allo smart working con Pm10 alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento