Gruppo Sapio: "Innovazione ed efficienza energetica per uscire dalla crisi"

La novità di questa edizione riguarda il Premio Junior (riservato a chi non abbia ancora compiuto 36 anni entro dicembre 2013): possono infatti concorrere al Premio anche i giovani ricercatori che hanno effettuato i loro studi all'estero, ma rientreranno in Italia entro il 2013 per proseguire il loro lavoro di ricerca.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Il Gruppo Sapio - azienda di Monza leader nel settore dei gas tecnici e medicinali - per il 14esimo anno consecutivo si fa portavoce dei ricercatori, della loro necessità di essere valorizzati, sostenuti e incentivati

FINO AL 31 LUGLIO È POSSIBILE PRESENTARE LE CANDIDATURE AL PREMIO SAPIO PER LA RICERCA ITALIANA

Tre i premi che verranno assegnati: Medicina/Biotecnologie/Salute - Industria e Junior.

La Lombardia ha sempre svolto un ruolo da protagonista nell'ambito del Premio Sapio per la Ricerca Italiana; all'edizione dello scorso anno ben 40 ricerche su un totale di 126 provenienti da tutta Italia erano made in Lombardia. E 2 di queste sono risultate vincitrici consentendo a Luca Ravagnan, Dipartimento di Fisica dell'Università degli Studi di Milano e Amministratore delegato della start up WISE s.r.l. di Milano e Luigi Naldini, Direttore, San Raffaele Telethon Institute for Gene Therapy (HSR-TIGET) e Professore Ordinario presso l'Università Vita Salute San Raffaele, di ottenere l'ambito Premio.

Medicina, ambiente, ingegneria, meccanica, fisica, biotecnologie: centinaia di ricercatori che operano nei più diversi ambiti inviano ogni anno, dal 1999, la loro candidatura al Premio Sapio. Diversi candidati - anche grazie a questo occasione di visibilità - hanno potuto ottenere risultati importanti, portare avanti con successo le loro ricerche, ricevere risorse e riconoscimenti.


Finalità del Premio - promosso dal Gruppo Sapio, azienda monzese leader nel settore dei gas tecnici e medicinali, puri, purissimi e liquidi criogenici, che da sempre si impegna sul fronte della ricerca finalizzata all'individuazione di nuove tecnologie per la qualità della vita - è quello di divulgare il lavoro dei ricercatori italiani e mettere a disposizione della comunità scientifica e imprenditoriale tutte le ricerche candidate perché possano essere applicate, sviluppate, possano trovare sostegno e incentivi per essere portate avanti con successo.

La novità di questa edizione riguarda il Premio Junior (riservato a chi non abbia ancora compiuto 36 anni entro dicembre 2013): possono infatti concorrere al Premio anche i giovani ricercatori che hanno effettuato i loro studi all'estero, ma rientreranno in Italia entro il 2013 per proseguire il loro lavoro di ricerca.

Il Premio ha voluto in questi anni ribadire con forza proprio questo concetto: che la ricerca è una risorsa preziosa per un Paese e per questo ad essa va riservata attenzione vera e investimenti mirati, a fronte della passione, dell'entusiasmo, della dedizione che tanti ricercatori scelgono di dedicare a questo lavoro.
I ricercatori possono candidarsi al Premio entro il 31 luglio 2013.

Ad ogni edizione vengono organizzate Giornate di Studio su importanti temi scientifici; quest'anno è stata scelta Pavia come sede del secondo appuntamento, dedicato a Innovazione, industria ed efficienza energetica, presso l'Aula Magna dell'Università degli Studi di Pavia, venerdì 10 maggio.

Le domande a cui devono rispondere gli esperti sono determinanti per lo sviluppo dell'Italia:

QUALE INNOVAZIONE, QUALE RICERCA, QUALE ECONOMIA PER LA COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA PAESE?

Innovazione, efficienza energetica, ambiente: sono gli elementi determinanti per la competitività di una nazione. Eppure l'Italia, rispetto ai paesi europei, per le performance energetiche, rimane il fanalino di coda. Perché?

L'evento è una occasione di confronto tra istituzioni, professionisti, ricercatori, imprenditori, mondo dell'università, per fare il punto su un tema che interessa tutti e sul quale è più che mai necessaria oggi una azione concreta, che vada ben al di là dei propositi e delle buone intenzioni.

Il luogo non è stato scelto a caso: l'Università degli Studi di Pavia è da tempo - insieme ad altre qualificatissime Istituzioni lombarde - in prima linea in Italia per ciò che riguarda le ricerche su energia e ambiente ed è quindi la sede ideale in cui chiamare a raccolta esperti e studiosi per parlare di innovazione, tecnologica e di processo, per la corretta gestione di risorse vitali per l'economia italiana come l'energia, l'ambiente e l'acqua.

Orami è assodato che efficienza energetica significa maggiore produttività per le imprese, maggiore competitività e in maniera indiretta effetti positivi sul reddito delle famiglie italiane; rappresenta quindi uno strumento efficace per affrontare la crisi e deve quindi diventare prioritaria nelle scelte politiche ed economiche del nostro Paese. Quindi, la gestione razionale di produzione, stoccaggio e consumi energetici deve essere al centro dell'interesse di tutti, per aspirare ad essere un Paese moderno, capace finalmente di crescere.

Per tutti - imprese, enti di ricerca, università - innovare è ormai un imperativo strategico per acquisire e mantenere una posizione di leadership.

Ma quali sono le strategie e quali le priorità per favorire l'innovazione e quindi lo sviluppo del sistema Italia? È assodato che innovazione, efficienza energetica, rispetto ambientale sono elementi determinanti per la competitività del sistema Paese, eppure l'Italia, rispetto ai paesi europei, rimane il fanalino di coda. Perché?

Ecco il programma:

Ore 9:30 Saluti di benvenuto

Prof. Angiolino Stella - Magnifico Rettore Università di Pavia

Alessandro Cattaneo - Sindaco di Pavia

Dott. Alberto Dossi - Presidente Gruppo Sapio

Relazioni

Innovazione e competitività del Sistema Paese
Prof. Luigi Orsenigo - Professore di Economia Applicata presso IUSS (University Institute for Advanced Studies), Pavia

Chimica di Specialità. Una chimica Innovativa per lo sviluppo sostenibile
Dr. Andrea Cocco
- Amministratore Delegato ARKEMA Italia

Richiesta Energetica nell'industria idrica: occasione di sviluppo tecnologico
Dr. Roberto Ramadori
- Dirigente di ricerca Istituto di Ricerca sulle Acque (IRSA) /Water Research Institute Consiglio nazionale delle Ricerche (CNR) / Nationale Research Council

Traiettorie per lo sviluppo di una Grey Economy: si possono risparmiare consistenti somme nel costo della bolletta energetica degli edifici creando contemporaneamente nuova occupazione ed incremento del PIL
Ing. Maurizio Bottaini -
Direttore Servizi Specialistici di Manutencoop Facility Management

Efficienza energetica: moda, opportunità o fattore strategico
Ing. Alessandro Clerici -
Presidente Onorario FAST, Presidente del gruppo di studio WEC "Risorse energetiche e tecnologiche", Senior Corporate Advisor CESI

Coffe Break

Tavola Rotonda: INNOVAZIONE E POLITICA ENERGETICA: imperativi strategici per acquisire e mantenere una posizione di leadership. Strategie e priorità

Dr. Andrea Bairati - Direttore Area Politiche Territoriali, Innovazione ed Education - Confindustria

Ing. Marcello Capra - Senior Expert Dipartimento Energia Ministero dello Sviluppo Economico

Prof. Marzio Galeotti - Professore di Economia dell'energia e dell'ambiente DEMM - Dipartimento di Economia Management e Metodi Quantitativi Università degli Studi di Milano, Presidente IAERE - Associazione Italiana degli Economisti dell'Ambiente e delle Risorse Naturali, Direttore di Ricerca IEFE Università Luigi Bocconi

Ing. Carlo Manna - Responsabile Unità Centrale Studi e Strategie Enea (Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile)

Dr. Giuseppe Sammarco - Direttore esecutivo Fondazione Eni Enrico Mattei

Ing. Davide Zecchini - Direttore Business Line Tecnologie per il Mercato Gruppo Sapio

Ore 14:00 Cocktail

Tutte le informazioni sul Premio e le modalità per la presentazione delle candidature sul sito www.premiosapio.it.

Torna su
MonzaToday è in caricamento