Cronaca

Chi era Valentino, il 15enne travolto e ucciso da un uomo ubriaco e senza patente

Il dramma lunedì sera a Garbagnate. Gravissima anche la ragazza che era col 15enne. Il cordoglio del sindaco di Garbagnate e della squadra di basket del ragazzo

Il giro in bici con gli amici. Il furgone che arriva veloce, guidato da un uomo che non dovrebbe essere lì. Poi lo schianto, tremendo. E la corsa in ospedale, inutile. È morto così Valentino Serafino Colia, il 15enne - 16 anni da compiere il prossimo ottobre - investito e ucciso lunedì sera a Garbagnate Milanese, dove viveva, da un Ford Transit guidato da un 32enne senza patente - con precedenti identici - e con un livello di alcol nel sangue superiore al consentito. 

La tragedia si è consumata poco dopo le 22.30 in via Kennedy. Stando a quanto finora appreso, il 15enne - che giocava a basket in un paese poco distante - era in compagnia di una sua coetanea, una giovane di Cesate che mercoledì compirà 16 anni. I due sono stati centrati in pieno dal mezzo poco prima di una rotatoria. I militari hanno trovato una bicicletta in un'aiuola - sembra che a bordo ci fossero i due 15enni - e sul furgone sono rimasti ben visibili i segni della tragedia, con il parabrezza e il cofano distrutti. Avevano appena lasciato gli amici dopo aver passato la serata in una gelateria del paese.

Il dolore della sua squadra di basket

Valentino frequentava il corso di meccanica al Centro di formazione professionale Salesiani di Arese. Aveva appena finito la seconda classe. A scuola lo ricordano come un giovane "solare, appassionato al settore che aveva scelto, molto bravo nella programmazione a controllo numerico" e che "non perdeva occasione di giocare con i suoi amici in ogni ricreazione". Era un appassionato giocatore di basket: prima a Garbagnate e poi a Lainate, con la Puntoebasket. "In questo momento di profonda tristezza e lutto per la perdita di Valentino, Puntoebasket si stringe attorno alla famiglia e ai suoi cari. Vogliamo ricordarlo come il ragazzo che abbiamo imparato a conoscere in palestra, con una vita piena di speranze e sogni e che amava giocare a basket con i suoi compagni delle giovanili. Non ci sono parole che possano lenire il dolore che state provando, ma speriamo che il sostegno e l'amore delle persone intorno a voi vi diano la forza necessaria per superare questo momento difficile", ha scritto la sua squadra, Puntoebasket. Tutti lo ricordano come un giovane rispettoso, affabile e di compagnia.

È intervenuto anche il primo cittadino garbagnatese, Daniele Davide Barletta. "L’incidente che ha causato la morte di un 15enne garbagnatese e mandato in fin di vita la coetanea che era con lui, è una tragedia che impone di dosare e misurare le parole. A nome dell’Amministrazione, porgo le più sentite condoglianze alla famiglia e agli amici del ragazzo, a cui siamo vicini; mando inoltre un abbraccio carico di speranza alla ragazza che in queste ore sta lottando per la vita. L’incidente è stato causato da un conducente ubriaco, senza patente. Fatico a comprendere come il soggetto, più volte denunciato, fosse ancora libero, con il rischio di causare simili drammi, come effettivamente accaduto. Ogni parola in più sarebbe irrispettosa, indelicata ed inopportuna. Ora lasciamo che la magistratura faccia il suo corso", ha sottolineato il sindaco.

Chi è l'operaio senza patente che ha travolto i due 15enni 

Soccorso dai medici del 118, Valentino è stato trasportato al pronto soccorso del San Gerardo di Monza, dove i dottori non hanno però potuto far altro che constatarne il decesso. L'amica è stata invece ricoverata al Niguarda di Milano ed è in condizioni critiche. 

Sono stati gli stessi carabinieri ad arrestare il 32enne, Bogdan Pasca, cittadino romeno, che era al volante del Transit. Secondo i primi accertamenti, infatti, l'uomo guidava senza patente - ha una licenza romena, non valida in Italia - e con un livello di alcol nel sangue di 1,01 grammi per litro, oltre il doppio rispetto al limite massimo. Il conducente del furgone, che si è comunque fermato a prestare soccorso, si trova ora nel carcere di San Vittore. Sembra che Valentino e l'amica fossero insieme ad altri giovani, anche loro in bici, e stessero attraversando tutti insieme. In un attimo il dramma

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi era Valentino, il 15enne travolto e ucciso da un uomo ubriaco e senza patente
MonzaToday è in caricamento