rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Omicidi

Donna uccisa a coltellate in casa, fermato il figlio

Svolta nell'omicidio di Cologno. Fermato il figlio della 60enne uccisa

I sospetti si erano concentrati subito su di lui. È stato fermato, con l'accusa di omicidio volontario aggravato Daniele G., il 28enne figlio di Maria Begoña Gancedo Ron, la 60enne trovata morta martedì mattina all'alba nell'appartamento al terzo piano di un condominio al civico 7 di via Bergamo, a Cologno Monzese. Lì, la vittima - funzionaria della biblioteca della cittadina milanese - viveva insieme al ragazzo, suo presunto killer, e alle altre due figlie, due gemelle di 23 anni, entrambe affette da seri problemi di salute. 

L'allarme è scattato verso le 4.30, quando i vicini di casa hanno chiesto aiuto al 112 dopo aver sentito delle urla arrivare dall'abitazione della vittima, rimasta vedova una 15ina di anni fa, quando suo marito era morto per un infarto. 

I rilievi dei carabinieri della compagnia di Sesto e del nucleo investigativo del comando provinciale hanno cristalizzato la scena dell'omicidio e hanno accertato che a uccidere la 60enne con numerose coltellate al torace e al petto sarebbe stato proprio il figlio, al termine di una lite. Il giovane, impiegato e incensurato, si trova ora all'ospedale di Sesto San Giovanni piantonato dalle forze dell'ordine e formalmente in stato di fermo. 

Il figlio della donna, secondo quanto riferito da un vicino di casa a MilanoToday, già lunedì mattina  era molto agitato e aveva bloccato l'auto del postino rifiutandosi di farlo passare, tanto che erano intervenuti militari e ambulanza. Stando a quanto lui stesso avrebbe riferito, pare che fosse molto provato dalla morte del padre, a cui lui stesso avrebbe assistito anni fa. Poche ore dopo, il dramma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna uccisa a coltellate in casa, fermato il figlio

MonzaToday è in caricamento