rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Scioperi

Gli infermieri al collasso: indetto lo sciopero nazionale

Il 28 gennaio previsti disagi nelle strutture sanitarie

La data è decisa: il 28 gennaio gli infermieri incroceranno le braccia. Ad annunciarlo è il NurSind, il maggiore sindacato della categoria, 

Uno sciopero che ormai era nell'aria da tempo, e alla base non c'è solo la mancata erogazione dell'indennità infermieristica attesa da oltre un anno. 

“Gli infermieri ancora una volta portano il peso e pagano le conseguenze del disastro organizzativo che si sta delineando, complice l’impennata dei contagi e una buona dose di mancate decisioni - dichiara Andrea Bottega, segretario nazionale del NurSind dalle pagine della rivista Infermieristicamente -. Queste alcune delle ragioni per cui la categoria che rappresento è in stato d’agitazione da novembre scorso e sciopererà in questo mese. Un grido di dolore che non possiamo non far sentire, a maggior ragione dopo che l’esecutivo ha ignorato completamente le nostre istanze in legge di Bilancio”.

Da tempo il Nursind denuncia anche in Lombardia (Monza e Brianza comprese) una situazione al collasso. Il numero degli infermieri e degli oss (operatorio socio sanitario) è insufficiente, gli infermieri hanno pagato pesantemente i due anni di pandemia e ancora oggi stanno affrontando un forte stress fisico e psicologico. Ferie e riposi saltati, turni massacranti per sostituire i colleghi a casa in quarantena. 

"Gli stipendi degli infermieri sono tra i più bassi d’Europa - aggiunge Bottega -. Molti che già la esercitano si licenziano, stanchi di sacrifici e rischi senza ottenere mai nulla in cambio. Gli infermieri sono professionisti e non missionari volontari. I loro sono obblighi contrattuali, ma devono essere adeguatamente compensati con giusti stipendi e dignitose condizioni di impiego. Gli infermieri, che il Covid non l’hanno visto in tv, ma lo hanno affrontato a stretto contatto con le migliaia di persone che non ce l’hanno fatta, chiedevano un segnale concreto di vicinanza da parte delle istituzioni. Non l’hanno avuto, non ci rimane che manifestare il nostro dissenso con lo sciopero di tutto il comparto sanità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli infermieri al collasso: indetto lo sciopero nazionale

MonzaToday è in caricamento