Spesa, Villa Reale e parcheggi: il programma di Brioschi

Il candidato di Unione Italiana e Forza Lombarda ha presentato ieri sera il programma elettorale. "Abbiamo cercato di avvisare i colleghi del disastro amministrativo che si preparava, ma nn siamo stati ascolati"

Un momento della presentazione

MONZA  - Un incontro per esporre il programma. Si è tenuta ieri sera, alle 19, nella splendida cornicedi Sala Maddalena, la presentazione dei punti chiave su cui si basa la strategia elettorale della lista di centro desta Unione Italiana e Forza Lombarda per le prossime amministrative. Sul tavolo argomenti importanti quali il controllo sistematico della spesa pubblica e il suo ridimensionamento. Soluzioni concrete, quelle proposte dall’unione che riguarderebbero anche i problemi di traffico e viabilità che da sempre attanagliano Monza e il corretto sfruttamento del territorio tra recupero delle aree dismesse, la questione del depuratore di San Rocco, la riqualificazione dell’area del vecchio ospedale e della Cascinazza.

A presenziare e ricordare l’importanza della politica nella vita dei cittadini Maurizio Brioschi, candidato sindaco del gruppo, Alessandro Scotti, suo braccio destro anch’esso ex consigliere comunale proveniente da Forza Lombarda e Gianfranco Liprandi, l’imprenditore che ha dato vita a Unione Italiana. “Io e Scotti abbiamo cercato di convincere i nostri colleghi in Comune del fatto che il percorso che stavano intraprendendo avrebbe portato a un disastro amministrativo – ha dichiarato Maurizio Brioschi -. Ma le nostre voci non sono state ascoltate. E ora ci ritroviamo a prendere in mano un programma redatto 5 anni fa durante le elezioni amministrative e mai stato attuato. Noi lo abbiamo rivisitato, traendone spunti e problematiche ancora aperte”. Molta importanza è stata data in particolar modo alla storica Villa Reale. “Sistemare solamente il corpo centrale della struttura per fini turistici e lucrativi non ha senso – ha proseguito il candidato sindaco -. Significherebbe snaturare uno dei simboli culturali più importanti di Monza. Inoltre la restante parte della struttura verrebbe abbandonata al suo destino, nessuno si occuperebbe della sua restaurazione”. Quello che servirebbe a Monza sarebbe dunque , secondo il capogruppo, più verde e un sistema che possa rendere più vivibile la città.

Una strategia che verrà attuata nel caso di successo grazie ai membri tecnici interni. Tra i nomi dei candidati infatti anche quello di Massimo Caprotti, architetto da sempre interessato all'urbanistica cittadina. Obiettivo del gruppo è infatti quello di garantire un'adeguata accessibililità e una viabilità più snella all'intera città, con un occhio di riguardo al centro storico. In programma dunque un ripensamento del sistema dei parcheggi, un collegamento ferroviario più pratico con Milano e le altre zone della Brianza e l'interramento di viale Lombardia in galleria.

Pronto e finito anche un Piano d'Area nuovo, con al centro zone quali la Cascinazza, che secondo la lista può e deve diventare uno snodo rilevante per San Rocco e San Donato con un grande parco ricco di piste ciclabili e pedonali, e il vecchio ospedale, una zona da riqualificare con aree verdi e strutture sostenibili. Un altro progetto riguarda invece la realizzazione di quattro nuovi depuratori in Brianza, per risolvere il problema degli  odori che attualmente affliggono la zona di San Rocco. Un programma dunque ricco di buoni propositi e soprattutto, come tengono a sottolineare dalla lista elettorale, di soluzioni concrete che, promettono, verranno attuate una volta insediati in Comune. È infatti su questa concretezza che si basa l'intera campagna, un elemento che Brioschi è convinto lo porterà di nuovo in consiglio comunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento