rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Elezioni

I grillini puntano sul rosa: ecco il candidato sindaco per Monza

Scende in campo Elisabetta Bardone, da dieci in prima linea nei comitati cittadini contro il consumo di suolo

Amministrative monzesi 2022: si scaldano i motori. E sale il numero dei candidati alla poltrona di primo cittadino. Dopo Dario Allevi (sindaco uscente di centro destra), Paolo Pilotto (centro sinistra) e Paolo Piffer (Civicamente) adesso arriva anche il Movimento 5 Stelle. Che punta su una donna. È Elisabetta Bardone la candidata sulla quale scommettono i grillini.

Bardone,  grillina fin dalla prima ora, è il volto sul quale il Cinque Stelle puntano a Monza. Cittadina tra i cittadini, Elisabetta Bardone, 47 anni, due figli adolescenti, da anni è molto attenta e sensibile alle problematiche della città. In particolare quelle che riguardano il rispetto dell'ambiente e il consumo del suolo. Due lauree, una vita dedicata al lavoro, alla famiglia e all'attività politica con un occhio sempre attento al green, pur non considerandosi un'ambientalista integralista. 

Elisabetta Bardone

Elisabetta Bardone-2

Fondatrice di comitati civici contro il cemento, da dieci anni si impegna attivamente sul territorio, con particolare attenzione al consumo del suolo e negli ultimi mesi anche del nuovo sistema di raccolta differenziata. Ma non solo: sempre in prima linea anche nella denuncia dei problemi segnalati dai cittadini come il degrado, lo sporco, la mancata manutenzione di strade, dei marciapiedi, delle luci, il traffico, l'abbattimento indiscriminato degli alberi.

“L’emergenza della sicurezza deve trovare subito delle soluzioni - spiega -. Non è più tollerabile non poter girare liberamente neanche in pieno centro, in zona stazione o corso Milano, senza contare i problemi delle periferie ormai abbandonate. Metto a disposizione le mie competenze ultra ventennali nel campo del sociale e della pubblica amministrazione. So che il cambiamento costa fatica ma solo una politica lungimirante può proteggere il nostro mondo e dare una speranza alle giovani generazioni. Monza merita di tornare a essere una città dove regni il decoro e la bellezza”.

Al centro del programma elettorale anche il sociale e la disabilità, temi molto cari alla candidata, disabile lei stessa. Oltre all'attenzione alle periferie. “Mi spenderò per la scuola e per lo sport, amo la musica e credo che si debba ridare prestigio all’immenso patrimonio culturale di Monza, a partire dal complesso monumentale Villa Parco e Giardini non per trarne profitto per pochi ma gioia di vivere e benessere per tutti”, conclude. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I grillini puntano sul rosa: ecco il candidato sindaco per Monza

MonzaToday è in caricamento