Progetto Professionalità 2015/2016: premiato il talento di 25 giovani lombardi

Tra i vincitori del bando della Fondazione Banca del Monte di Lombardia anche la dottoressa Marta Bertani, di Arcore

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Volontà di crescere professionalmente e un sogno lavorativo da concretizzare: sono partiti da queste premesse i numerosi candidati che hanno partecipato alla XVII edizione del bando "Progetto Professionalità Ivano Becchi" promosso dalla Fondazione Banca del Monte di Lombardia. Anche quest'anno, i 25 vincitori potranno svolgere un'esperienza di formazione professionale su misura, totalmente finanziata e gratuita, in qualunque parte del mondo. Tra di loro c'è anche la brianzola Marta Bertani, da Arcore, che si occuperà di architettura e design in Francia.

Dal 1999 l'iniziativa, unica nel suo genere, offre a giovani meritevoli e motivati una straordinaria occasione di crescere professionalmente. I beneficiari hanno tra i 18 e i 36 anni, vivono o hanno un'occupazione in Lombardia, provengono da percorsi di studio e lavorativi tra i più diversi e sono determinati ad acquisire nuove conoscenze e competenze specialistiche. Si sono aggiudicati la possibilità di svolgere progetti personalizzati presso imprese, associazioni, istituti universitari o di ricerca, scuole e pubbliche amministrazioni, centri di eccellenza, in Italia e in altri Paesi, totalmente spesati dalla Fondazione.

I ragazzi selezionati poggiano le loro aspirazioni su un'ottima preparazione di base e sulla volontà di affinare ulteriormente il loro bagaglio di conoscenze e competenze. La costruzione di un futuro professionale migliore, per loro, passerà attraverso lo sviluppo dei progetti da loro stessi elaborati, che spiccano per originalità e spinta innovativa. Le tematiche affrontate si distinguono per elevato grado di specializzazione ed attualità: pensiamo ad Anna Teresa che, a Barcellona, proverà a coinvolgere la popolazione in interventi di recupero del patrimonio edificato; a Eugenio che, in Uruguay, si dedicherà allo sviluppo di antibiotici a partire da prodotti naturali; a Paolo che, in California, lavorerà sulla progettazione di app dotate di intelligenza artificiale.

Stati Uniti e Gran Bretagna si confermano al primo posto tra le aree geografiche ospitanti, ma c'è anche chi si recherà in Belgio o nella vicina Svizzera. La ricerca, dall'ambito chimico a quello ambientale, è il settore di specializzazione più richiesto, seguito da quello medico-sanitario e dall'architettura-design.

La Fondazione Banca del Monte di Lombardia, attraverso Progetto Professionalità, investe sul futuro dei giovani del territorio. Un investimento che ritorna, con ricaduta positiva sia sul futuro dei premiati che sul tessuto economico da cui provengono.

Per consultare l'elenco dei 25 vincitori è possibile visitare l'apposita sezione del sito www.fbml.it

Seguici su Facebook, Twitter e Linkedin: www.facebook.com/ProgettoProfessionalita - @ProgProfession - gruppo "Progetto Professionalità - Fondazione Banca del Monte di Lombardia".

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento