Sport

Latina - Monza 3-2 | L'Acqua Paradiso può solo un punto al tie break

Partita difficile per i ragazzi di Zanini, che riescono a portarsi sull'1-2 ma poi subiscono il ritorno dei padroni di casa, trascinati da Fragkos e più che mai decisi ad aggiudicarsi l'incontro

Quinta giornata di ritorno amara per l'Acqua Paradiso, che a Latina riesce soltanto a strappare un punto al tie break. Peccato perché dopo avere perso il primo set gli arancioblu erano riusciti a rimontare.

Primo set: organici non al completo. Monza deve rinunciare a Facundo Conte, Latina a Gérald Hardy-Dessources e Yordan Galabinov. I padroni di casa subito avanti, che riesce a mantenere qualche lunghezza fino a due muri di Marcello Forni (22-22). Ma è solo un momento: Latina non molla e chiude in vantaggio (25-22) con l'ace di Andreas Fragkos.

Nel secondo set si vede subito la reazione di Monza, che allunga fino a +5 (5-10) con l'ace di Rooney. Latina non demorde e grazie a Jarosz e Fragkos si rifà sotto, fino ad annullare tre palle set. Ma i ragazzi di Zanini chiudono in vantaggio (23-25).

Terzo set inizialmente molto equilibrato, con qualche errore in più di Latina. L'Acqua Paradiso cambia marcia con Luciano De Cecco al servizio (parziale 0-4), poi viene quasi rimontata. La prima set ball è per Monza grazie a un ace di Nikic, e l'occasione non viene sprecata: muro di Roumeliotis su Troy e parziale di 21-25.

Nel quarto set si rivede Latina e la sua voglia di non perdere la partita. Dopo un iniziale vantaggio ospite, arriva il vantaggio (14-12) e poi due ace consecutivi di Fragkos (16-12). Da questo punto in poi Latina gestisce il distacco, nulla può Monza nonostante De Cecco riporti gli arancioblu a -2 (19-17). Il set si chiude 25-21.

Al tie break Latina è più convinta e decisa. L'Acqua Paradiso tiene fino al 10-10, ma grazie a Andreas Fragkos (gigante in tutta la partita) Latina alla fine si aggiudica l'incontro (15-11).

Emanuele Zanini (allenatore Acqua Paradiso Monza Brianza): “Sapevamo che quella di oggi sarebbe stata una gara difficile: Latina in casa ha battuto Trento e Cuneo, è una squadra che al PalaBianchini esprime un ottimo livello di gioco. Eravamo anche consapevoli che per noi questa è stata settimana molto particolare: abbiamo fatto in sostanza un solo allenamento, e per molti giorni siamo stati in viaggio; sapevamo che non saremmo riusciti a esprimere il nostro miglior gioco. Questi non sono alibi, e c’è rammarico per più motivi: il primo è che siamo partiti male, nel primo set avremmo dovuto essere più aggressivi; il secondo è che nel quarto set, pur arrivando in vantaggio al primo time out tecnico, non abbiamo approfittato del momento favorevole, e Latina è poi riuscita a distanziarci di qualche punto. In più c’è rammarico anche per il tie break, in cui abbiamo giocato con poca lucidità: è qualcosa che sicuramente non ci ha mai contraddistinto, anzi, finora è sempre successo il contrario. Se stasera c’erano delle attenuanti, per i motivi detti prima, già da domenica prossima, parlando di campionato, dobbiamo preparare meglio la gara; ma prima dobbiamo pensare alla partita di Coppa Cev di giovedì.”

 

TABELLINO

 

ANDREOLI LATINA – ACQUA PARADISO MONZA BRIANZ A 3-2 (25-22, 23-25, 21-25, 25-21, 25-11)

Durata set: 27', 29', 25', 26', 15'; tot: 122'. 

ARBITRI: Pessolano, Cesare.

ACQUA PARADISO MONZA BRIANZA: Rossini (L), Nikic 19, Forni 6, Molteni 10, Buti 8, Rooney 5, De Cecco 6, Gavotto 14, Shumov, Roumeliotis 5. Non entrati Ciabattini, Kaszap. All. Zanini.

ANDREOLI LATINA: Rivera 8, Gitto 11, Sottile 2, Jarosz 27, De Pandis (L), Troy 2, Diachkov 1, Cester 10, Fragkos 24. Non entrati Guemart, Tailli. All. Prandi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latina - Monza 3-2 | L'Acqua Paradiso può solo un punto al tie break

MonzaToday è in caricamento