"Sistema Sesto", domiciliari per noto professionista

Dopo quasi cinque mesi di carcere, S.R., ritenuto dagli inquirenti il presunto 'collettore' delle tangenti del cosiddetto 'sistema Sesto' per conto di Filippo Penati, ha ottenuto gli arresti domiciliari

MONZA - Dopo quasi cinque mesi di carcere, S.R., ritenuto dagli inquirenti il presunto 'collettore' delle tangenti del cosiddetto 'sistema Sesto' per conto di Filippo Penati, ha ottenuto gli arresti domiciliari.

LA VICENDA - R. era finito in carcere per concussione lo scorso 24 ottobre per aver, secondo l'accusa, preso una mazzetta sotto forma di contratto di consulenza, da oltre 300 mila euro, versata da Edoardo Caltagirone in cambio del permesso per costruire sull'area ex Falck di Sesto San Giovanni. Si tratta di una 'tranche' ancora aperta del maxi-procedimento sul 'sistema Sesto' dei pm di Monza Walter Mapelli e Franca Macchia, che hanno dato parere favorevole all'istanza di domiciliari presentata al gip dal difensore di R., l'avvocato Giovanni Briola.

Nelle ultime settimane, tra l'altro, R.S. è stato interrogato a più riprese dagli inquirenti e a verbale avrebbe fatto anche ammissioni chiarendo il suo ruolo nella vicenda delle presunte tangenti.

Lunedì scorso, invece, in uno dei 'filoni' del procedimento il gup di Monza Giovanni Gerosa aveva dichiarato estinto per prescrizione - sulla base del nuovo decreto anti-corruzione - il reato di concussione che riguardava il presunto giro di mazzette relativo alle aree ex Falck e Marelli e cioé una delle vicende centrali dell'inchiesta. Sono usciti così dal procedimento il vicepresidente del Consorzio Cooperative Costruttori Omer Degli Esposti e Gianpaolo Salami e Francesco Aniello, altri due rappresentanti delle Coop, e si è alleggerita la posizione di Giordano Vimercati, ex braccio destro di Penati, rinviato a giudizio assieme ad altre 6 persone, tra cui lo stesso R.S. Il processo si aprirà davanti al tribunale monzese il prossimo 26 giugno.

Quello a carico di Penati e dell'ex segretario della Provincia di Milano Antonino Princiotta, invece, si aprirà il 13 maggio. La loro posizione, però, probabilmente verrà unificata con quella degli altri imputati.
(ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento