Il compagno rompe le bottiglie di acqua: lei gli sferra quattro coltellate e va a denunciarsi

Furibonda lite tra uomo e donna in fase di separazione. Lui ferito, lei denunciata

È bastata qualche bottiglia di acqua rotta per scatenare la sua furia. Per far esplodere quella rabbia che evidentemente portava dentro da tanto, da quel momento in cui le cose tra loro erano precipitate e avevano iniziato il cammino verso una separazione difficile, non ancora portata a termine. Così, si è armata e lo ha colpito, con violenza, per poi presentarsi in caserma e autodenunciarsi. 

Follia domenica pomeriggio in una villa di Vimodrone, dove una donna - una cambogiana di quaranta anni - ha accoltellato il suo compagno, un italiano di sessantuno.

I due, secondo quanto accertato dai carabinieri, sono ormai separati, ma continuano a vivere nello stesso complesso, anche se in due case separate. Alle 18.30 di domenica si sono incrociati proprio nel cortile dell'abitazione: lei era appena tornata e aveva lasciato a terra una confezione di bottiglie d'acqua, mentre lui era in auto. 

Nel parcheggiare l'uomo avrebbe preso in pieno le bottiglie, distruggendole e mandando su tutte le furie la quarantenne. La donna, a quel punto, sarebbe entrata in casa, avrebbe afferrato un coltello e avrebbe colpito quattro volte all'addome il suo compagno. L'uomo, terrorizzato, è risalito in macchina ed è andato da solo all'ospedale San Raffaele, dove i dottori gli hanno medicato le ferite - due superficiali e due più profonde - e lo hanno poi ricoverato per politraumi e lesioni all'intestino, giudicati guaribili in trenta giorni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ad allertare i carabinieri sono stati gli stessi medici, che hanno raccolto la testimonianza della vittima e l'hanno girata ai "militari". La "caccia" alla donna, però, è stata praticamente inutile perché è stata lei stessa poco dopo a presentarsi spontaneamente in caserma, ammettendo di aver colpito il suo compagno. Per lei è scattata una denuncia a piede libero per lesioni personali aggravate. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento