rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
tentato omicidio / Seregno

Far west per strada: spuntano coltelli, carabinieri fuori servizio sventano un omicidio

Il fatto è accaduto nel pomeriggio di martedì 28 giugno a Seregno

Un pomeriggio estivo da far west a Seregno. Coltelli, aggressioni e solo grazie all'intervento tempestivo di due carabinieri fuori servizio si è evitato il peggio.

Il fatto è accaduto nel primo pomeriggio di martedì 28 giugno a Seregno. Erano circa le 15 quando nel quartiere Lazzaretto c'è stata un'aggressione. Da quanto riferiscono i militari dell'Arma un uomo di 50 anni di Seregno (già noto alle forze dell'ordine per reati contro la persona, il patrimonio e in materia di stupefacenti, sottoposto agli arresti domiciliari) ha aggredito con un coltello un uomo di 49 anni, anche lui di Seregno (anche lui con precedenti per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti). L'aggressore, armato di coltello, ha colpito la vittima al braccio e alla gola.

Provvidenziale l'intervento di un carabiniere in quel momento fuori servizio in forza alla sezione Radiomobile della compagnia di Seregno. Il militare quando ha visto il 50enne con l'arma si è precipitato disarmandolo. Ma nel frattempo è arrivato anche un uomo di 41 anni, anche lui armato di coltello, che avrebbe aggredito fisicamente e verbalmente il carabiniere.  Poco dopo in soccorso del militare è arrivato un altro collega, sempre fuori servizio e sempre in forza alla Radiomobile di Seregno, che è riuscito a immobilizzare il 50enne, mentre l'altro aggressore ha gettato a terra il coltello. 

I militari hanno arrestato in flagranza il 50enne per tentato omicidio, porto di armi od oggetti atti ad offendere, evasione e resistenza a un pubblico ufficiale. È stato arrestato anche il 41enne, poi risultato amico dell'aggressore, e già noto alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti. Il 41enne è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e porto abusivo di armi od oggetti atti ad offendere.

Sul posto sono poi intervenute in supporto quattro gazzelle della compagnia, e i soccorsi sanitari del “118” che hanno trasportato la vittima in codice giallo al pronto soccorso dell'ospedale di Desio: dopo le medicazioni è stata dimessa con una prognosi di 7 giorni per le ferite da taglio riportate. 

Il  50enne e il 49enne sono stati posti in stato di arresto e, su disposizione del pubblico ministero di turno, trasferiti nel carcere di Monza. Nei prossimi giorni la procura della Repubblica di Monza ne chiederà la convalida.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Far west per strada: spuntano coltelli, carabinieri fuori servizio sventano un omicidio

MonzaToday è in caricamento