Cronaca Via San Quirico

Detenuto aggredisce tre agenti della Polizia Penitenziaria in carcere: l'Osapp lancia l'allarme

"La situazione del Reparto Psichiatrico dell'istituto monzese e' diventata insostenibile per il personale di Polizia Penitenziaria" ha dichiarato Giuseppe Bolena

Non è certo il primo episodio con cui gli agenti di Polizia Penitenziaria del carcere di Monza devono fare i conti ma questa volta si è superato il limite.

Un detenuto della casa circondariale, di nazionalità egiziana, tre agenti causandogli ferite e lesioni che li hanno costretti ad andare in ospedale.

A due di loro è stata riconosciuta una prognosi di 10 giorni mentre all’agente che aveva riportato danni più gravi 15 giorni.

L’uomo, ricoverato nel Reparto di Osservazione psichiatrica della Casa Circondariale di Monza prima di aggredire gli agenti li aveva insultati e aveva lanciato addosso agli uomini le proprie urine.

A denunciare l'insostenibile situazione a cui la categoria ogni giorno va incontro è Giuseppe Bolena, segretario del sindacato della Polizia penitenziaria Osapp Lombardia che dopo quest’ultimo episodio ha chiesto un intervento urgente del Provveditore regionale dell'Amministrazione penitenziaria per la Lombardia.

"La situazione del Reparto Psichiatrico dell'istituto monzese e' diventata insostenibile per il personale di Polizia Penitenziaria" ha dichiarato Bolena in riferimento all'inadeguatezza dei locali della sezione del carcere che ospita persone con problemi mentali.  

Il detenuto dopo l’aggressione è stato ricoverato nel reparto psichiatrico Villa Serena dell'ospedale San Gerardo di Monza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuto aggredisce tre agenti della Polizia Penitenziaria in carcere: l'Osapp lancia l'allarme

MonzaToday è in caricamento