Arresti

Stalkerizzava l'ex perché voleva a tutti i costi sposarla: a Monza arrestato un 30enne

Dopo la querela dell'ex compagna la questura ha attivato il "codice rosso"

Avrebbe perseguitato l'ex fidanzata perché voleva sposarla a tutti costi.

Nella mattinata di venerdì 15 settembre la polizia di Stato della questura di Monza ha tratto in arresto in centro città un uomo italiano di 30 anni per una serie di condotte e di atti persecutori nei confronti della sua ex fidanzata, una giovane 30enne residente in Brianza. Dopo aver con lei una breve relazione a giugno 2022 l'uomo non si sarebbe mai infatti rassegnato alla fine della loro storia e avrebbe cominciato a importunarla con continui messaggi e telefonate, anche anonime, e perfino a cercarla sul posto di lavoro. Già gravato da aprile scorso da un provvedimento d’ammonimento emesso dal questore di Monza e della Brianza, Marco Odorisio, a seguito della segnalazione dell'ex compagna, l’uomo avrebbe continuato nonostante tutto a molestarla. Tanto da spingerla a sporgere querela in questura. Dove gli uffici hanno dato seguito all’immediata attivazione del "codice rosso”, la procedura d'urgenza prevista per le vittime di violenza di genere e familiare.

Secondo quanto raccontato dalla 30enne, negli ultimi tempi gli atteggiamenti persecutori  dell'uomo nei suoi confronti si sarebbero fatti ancora più pressanti, nonostante lei cercasse di evitarlo il più possibile. Arrivando a seguirla con l'auto mentre si recava al al lavoro, aspettandola all'uscita seduto al tavolino di un bar,  e a contattare telefonicamente sua sorella chiedendole di fissare un incontro con lei perché "non poteva sposarla a distanza".

Una condotta che ingenerato nella ragazza un pressante stato d’ansia e di timore per la sua incolumità. L'ultimo tentativo di approccio del giovane nei giorni scorsi quando, recatasi di mattina alla fermata del bus per recarsi al lavoro, la ragazza ha notato l’uomo a bordo della sua auto. Auto sulla quale aveva “affisso” in entrambi gli sportelli due pezzi di lenzuolo bianco con scritto “sei la piu bella e ….”.  Immediato a quel punto l’intervento del personale della squadra mobile della questura di Monza e della Brianza, che ha prontamente bloccato l’uomo per strada. Controllata l'auto dell'uomo, i militari hanno rinvenuto tre cacciaviti, posti sotto sequestro unitamente al tessuto “affisso” sull’auto.

Stante la flagranza del reato l’uomo è stato tratto infine in arresto e posto a disposizione della Procura della Repubblica di Monza per essere processato per direttissima. All’esito del processo è stato l'uomo è stato imposto il divieto di dimora a Monza e di avvicinarsi all'ex fidanzata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stalkerizzava l'ex perché voleva a tutti i costi sposarla: a Monza arrestato un 30enne
MonzaToday è in caricamento