Cronaca Seregno

Coppia di anziani ruba "per gioco" e il giudice non convalida l'arresto

I due sono stati sorpresi alla cassa di un supermercato di Seregno con della merce nascosta sotto ai vestiti e, una volta scoperti, si sono giustificati

Hanno rubato "per gioco".

Ma non si tratta di ragazzini annoiati che tra un videogioco e i social network hanno deciso di provare a cercare il divertimento altrove ma di una coppia di anziani.

71 anni lui e 67 lei, in pensione, ex commercianti e residenti a Giussano.

E' questa l'anagrafica dei due ladri che lunedì pomeriggio hanno provato, "scherzando" come hanno sottolineato, a rubare merce da un supermercato di Seregno.

A confermare che i due non l'abbiano fatto per disperazione sono le loro condizioni economiche che non possono certo essere paragonate a chi versa davvero in condizioni di indigenza. 

Un vigilante che ha tenuto sotto controllo tutti i movimenti della coppia durante la loro spesa una volta che i due si sono trovati alla cassa a pagare un conto di 95 euro ma con altrettanta merce nascosta sotto i vestiti ha svelato il loro trucco.

I due sono stati arrestati ma il processo si è chiuso con due patteggiamenti a due mesi e pena sospesa.

Nell'aula del Tribunale i due hanno provato a giustificarsi spiegando che lo avevano fatto "per gioco" e il giudice non ha convalidato l'arresto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coppia di anziani ruba "per gioco" e il giudice non convalida l'arresto

MonzaToday è in caricamento