Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Limbiate

Una coltellata vicino al cuore, il benzinaio ha rischiato di morire dopo l'aggressione

Mercoledì mattina è stato assalito da due uomini armati di pistola, accanto a un campo in via per Cesate, a Senago

La lama del coltello è affondata nel torace, fermandosi a tre centimetri dal cuore. Ha rischiato di morire il benzinaio di 54 anni, di Cesate. Mercoledì mattina è stato assalito da due uomini armati di pistola, accanto a un campo in via per Cesate, a Senago. L’uomo stava andando a piedi al lavoro: un distributore Erg che si trova in via XXV aprile, a Limbiate.

Ricoverato e operato d’urgenza all’ospedale Niguarda di Milano, il commerciante non è in pericolo di vita. E’ stato dimesso giovedì sera alle 20. Ai carabinieri di Desio ha raccontato di essere stato aggredito da due uomini armati di pistola. Lui ha tentato di difendersi, sfilando di tasca un piccolo coltello. Nel corso della colluttazione, è rimasto ferito dalla sua stessa arma, che si è conficcata nel torace. I carabinieri stanno indagando per cercare di arrestare i due aggressori.

Secondo prima ricostruzione, sembra che i due volessero impossessarsi dell’incasso del commerciante. Incensurato, il 54enne in passato aveva fatto il camionista e da poco aveva preso in gestione la pompa di benzina.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una coltellata vicino al cuore, il benzinaio ha rischiato di morire dopo l'aggressione

MonzaToday è in caricamento