menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cucciolo tenuto in pessime condizioni a Ceriano Laghetto salvato dall'Enpa

La storia a lieto fine di Bady che ha già trovato una nuova famiglia

Da diversi giorni sentiva il pianto di un cane così, preoccupata e in pensiero per l’animale, una signora ha deciso di segnalare l’episodio all’Enpa che si è attivato e con il Nucleo Antimaltrattamento ha salvato un cucciolo di appena sessanta giorni, regalandogli una vita diversa e una nuova famiglia.

L’intervento è avvenuto in un vasto terreno privato a Ceriano Laghetto dove, dentro un serraglio fatiscente, in pessime condizioni igieniche, con una cuccia di fortuna realizzata con assi di legno, c'era un cucciolo di circa 60 giorni.

Il proprietario dell'animale, un muratore di origine italiana di circa 50 anni, infastidito dalla situazione, si è giustificato dicendo che aveva preso il cane da un amico che non aveva tempo di occuparsene e che per lui il posto era assolutamente adatto alla sua crescita. I volontari lo hanno informato sulle leggi regionali in materia di tutela degli animali e gli hanno fatto notare che al piccolo mancava il microchip e il libretto sanitario e che il luogo non fosse per nulla idoneo a soddisfare le sue esigenze etologiche.

L’uomo ha così deciso di cedere il cucciolo all’Enpa che lo ha accolto con affetto e lo ha sottoposto alle visite di rito, microchippandolo e battezzandolo "Badile". Per il piccolo "Bady" c'è stato quasi subito un lieto fine: dopo circa una settimana dal suo arrivo in canile, è stato infatti adottato da una famiglia che già qualche anno fa aveva adottato un meticcio nella struttura.

cane gabbia AA8FE0F-fb-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento