Cronaca

Margot "uccisa" dagli spacciatori: il cane ingerisce un panetto di droga gettato dai pusher

Il fatto è accaduto nel fine settimana a Solaro, alle porte di Monza

Margot il cane morto per avere ingerito un panetto di droga (Foto dalla pagina Facebook di Dante Cattaneo)

Margot uccisa dai pusher. Tra le vittime degli spacciatori adesso c’è anche un cane. A perdere la vita per avere ingerito un panetto di droga è Margot, il cane di una famiglia che vive a Solaro, in provincia di Milano, nella frazione del Villaggio Brollo.

Nel fine settimana alcuni spacciatori, intenti nei loro traffici illeciti all’interno del Parco delle Groane, presumibilmente inseguiti dalle forze dell’ordine, si sono liberati di un panetto di droga e lo hanno gettato nel giardino di un’abitazione del Villaggio Brollo. A fiutarlo e ingerirlo il cane di famiglia. Per Margot non c’è stato nulla da fare. Quel boccone di stupefacenti le è risultato mortale.

A denunciare il fatto è stato Dante Cattaneo, vicesindaco del comune di Ceriano Laghetto, da sempre impegnato nel contrasto allo spaccio all’interno del Parco delle Groane.

“La famiglia di Margot mi ha raccontato questa triste vicenda - spiega Dante Cattaneo a MonzaToday - Abbiamo perciò deciso di renderla pubblica per continuare a mantenere alta l’attenzione sull’altra grande epidemia che da oltre un decennio continua a dilaniare l’Italia. La droga, lo spaccio, il consumo che ormai tocca fasce di età sempre più giovani”.

L’episodio accaduto nel fine settimana a Solaro ne è la conferma. “Non conosciamo esattamente la dinamica dell’accaduto - precisa Cattaneo - Sappiamo solo che il cane è morto per avere ingerito un etto di droga. A Ceriano Laghetto, grazie al grande lavoro svolto in collaborazione con le forze dell’ordine e con i volontari, lo spaccio nel Parco delle Groane è stato debellato. Ma nei Comuni limitrofi che affacciano sulla grande area verde continua. Gli spacciatori adesso uccidono non solo i nostri ragazzi, ma anche i nostri animali”.

Il consiglio è di mantenere alta l’attenzione, soprattutto per i proprietari che hanno giardini privati. “Quanto accaduto a Margot è terrificante - conclude Dante Cattaneo - Purtroppo il veterinario non è riuscito a salvarla. Gli esami non lasciano dubbi: nel suo stomaco è stata rinvenuta una grande quantità di Thc, il principio attivo dello stupefacente. Margot è stata ammazzata dai venditori di morte”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Margot "uccisa" dagli spacciatori: il cane ingerisce un panetto di droga gettato dai pusher

MonzaToday è in caricamento