Un carta elettronica per aiutare le famiglie in difficoltà a pagare le bollette e la spesa

I requisiti per accedere al servizio. Con la carta elettronica le famiglie avranno a disposizione un contributo mensile per le bollette, la spesa e le medicine

Una carta elettronica per aiutare le famiglie in difficoltà a pagare la spesa, i medicinali, le bollette e i beni di prima necessità.

Si tratta della Carta elettronica contro la Povertà, il nuovo sistema per l’inclusione attiva (Sia), esteso dal governo a tutti i comuni e attivo anche a Monza. Lo strumento, finanziato con 750 milioni di euro, consentirà di dare un supporto alle famiglie per superare la condizione di povertà e a riconquistare gradualmente l'autonomia.

Le famiglie in possesso dei requisiti richiesti potranno avere accesso attraverso la carta elettronica a un contributo economico mensile spendibile in tutti i supermercati, gli alimentari, le farmacie e le para farmacie abilitati al circuito Master card. La Carta può essere utilizzata anche negli uffici postali per il pagamento delle bollette elettriche e del gas, e dà diritto ad uno sconto del 5% sugli acquisti effettuati nei negozi e nelle farmacie convenzionate ad eccezione dell'acquisto di farmaci e del pagamento ticket.

Possono accedere al SIA le famiglie che abbiano un ISEE in corso di validità inferiore o pari a 3.000,00 euro che abbiano tra i componenti almeno un minorenne o un figlio disabile o una donna in stato di gravidanza accertata. Le carte elettroniche sono rilasciate da Poste italiane e il beneficio mensile potrà variare, in base al numero dei componenti del nucleo, da 80 euro fino ad un massimo di 400 euro.

“L'importanza di questa misura – commenta il vicesindaco e assessore alle Politiche sociali, Cherubina Bertola -, che va al di là dell'erogazione economica tout court, è nei percorsi di inclusione e riscatto sociale e lavorativo. Il nucleo familiare del richiedente, per usufruire della Carta elettronica, infatti, deve aderire ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa basato su una rete integrata di interventi proposti dai servizi sociali dei comuni (coordinati a livello di Ambiti territoriali), con altri servizi del territorio quali i Centri per l'impiego, i Servizi sanitari, le Scuole, con i soggetti del Terzo Settore, le parti sociali e tutta la Comunità”.

Per i residenti nel Comune di Monza le domande possono essere presentate presso la sede dei Servizi Sociali in via Guarenti 2 (primo piano stanza 117 ) nei giorni di lunedì e mercoledì dalle 9.00 alle 12.00 ad accesso libero, nel pomeriggio degli stessi giorni solo su appuntamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

Torna su
MonzaToday è in caricamento