Lavoro nero e farmaci venduti senza autorizzazione, chiusa una parafarmacia a Monza

Per l'esercizio di via Carlo Porta mercoledì sono scattati i sigilli

Un'impiegata al bancone assunta senza alcun contratto di lavoro e famaci venduti senza autorizzazione. Nel mirino dei controlli della polizia locale di Monza e dei Nas di Milano nei giorni scorsi è finita una parafarmacia di via Carlo Porta. 

Mercoledì nell'attività commerciale, che già in passato era stata fatta chiudere per alcune irregolarità di carattere burocratico, gli agenti del comando di via Marsala hanno effettuato un controllo e sorpreso all'interno della parafarmacia una donna di 48 anni di Bussero che lavorava in nero, senza alcun contratto. La polizia locale ha chiesto di parlare con il titolare dell'attività, un uomo di 43 anni di Gorgonzola, che però ha negato ogni disponibilità a chiarire la situazione, dicendo di essere in ferie e lontano da Monza.

Il 43enne è stato così denunciato per aver impiegato manodopera in nero e per esercizio abusivo della professione perchè, tra i farmaci venduti e somministrati dalla parafarmacia, c'erano anche alcune preparazioni mediche che, per legge, richiedono la presenza obbligatoria di un farmacista iscritto all'ordine. Per questa violazione il titolare, che non aveva mai presentato la segnalazione certificata di inzio attività (SCIA), dovrà pagare una multa da 5.164 euro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In seguito alla scoperta sono in corso accertamenti di carattere fiscale anche sulla partita Iva associata alla società che risulta essere intestata a un'attività di riparazioni idrauliche e termosanitarie ormai non più esistente da anni. La parafarmacia è stata chiusa e nel locale sono stati apposti i sigilli che, prontamente, il giorno successivo ai controlli, sono stati misteriosamente rimossi da qualcuno. Indagini in corso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Gita da Monza, una giornata a bordo del Treno del Foliage per vivere la magia dell'autunno

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Coronavirus, boom di casi a Monza e Brianza (+180): nuovi ricoveri al San Gerardo

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento