Fratture ai quattro arti e trauma cranico: la mamma di Elio è grave

La conferma dell'ospedale Niguarda all'Ansa: gravissime fratture ai quattro arti e un serio trauma cranico. La prognosi resta riservata

Le auto devastate dopo lo schianto (Frame Corriere Tv)

Lo schianto le ha praticamente distrutto tutti e quattro gli arti. E le ha provocato un gravissimo trauma cranico ed uno addominale. 

Sono ancora disperate le condizioni di Nunzia Minichini, la quarantenne coinvolta domenica in un grave incidente in viale Brianza mentre accompagnava il figlio a una partita di calcio, che è costato la vita al quindicenne Elio Bonavita. 

L’ospedale Niguarda di Milano, dove la donna è ricoverata nel reparto di terapia intensiva, ha confermato all’Ansa che le condizioni rimangono “critiche, ma stazionarie”. 

La donna ha subito la frattura di tutto e quattro gli arti e i medici stanno tentando tutto il possibile per evitare l’amputazione. A preoccupare, però, sono anche i gravi traumi, uno cranico ed uno addominale, che la quarantenne ha riportato nello scontro frontale con un Range Rover, che sarebbe stato costretto ad una manovra azzardata per evitare l’Audi Q5 “pirata”. 

La prognosi, al momento, resta riservata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

  • Incidente a Monza, scontro tra auto e ambulanza diretta al San Gerardo

Torna su
MonzaToday è in caricamento