menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bimbi si mobilitano per aiutare una cornacchia in difficoltà a scuola

Alla scuola primaria Buonarroti

Una “lezione” insolita e diversa, di rispetto e sensibilità verso gli animali. I bambini della scuola primaria Buonarroti a Monza la scorsa settimana sono stati protagonisti del “salvataggio” di una cornacchia in difficoltà.

Venerdì 18 maggio Yasmine, volontaria ENPA del settore selvatici, si è recata presso l'istituto di via Piero della Francesca a Monza, su richiesta telefonica di Elena Brambilla, maestra della 2° F. Mentre era in cortile con la sua classe, la docente aveva notato una cornacchia incapace di volare e claudicante.

Arrivata sul posto, Yasmine ha potuto constatare che si trattava di un giovane esemplare uscito da poco dal nido. Le cornacchie, come anche merli, storni e altri volatili, specificano dall'Enpa, escono naturalmente dal nido prima di saper volare e cibarsi autonomamente, ma i genitori li seguono e li nutrono a terra ancora qualche giorno, finché non sono abbastanza cresciuti per volare via con loro. “Attenzione, quindi, a non raccogliere finti orfani senza un reale motivo di bisogno” aggiungono. La cornacchia in questione zoppicava leggermente, probabilmente a seguito della caduta dall’albero, ma non sembrava nulla di grave e sarebbe stato un vero peccato sottrarla alla natura dove era cresciuta e dove i genitori la stavano accudendo amorevolmente. Mentre Yasmine la manipolava per assicurarsi che non avesse ferite o fratture, infatti, questi gracchiavano disperati sopra la sua testa cercando in tutti i modi di farla allontanare.

Data la situazione, la maestra Elena e le bidelle Giovanna e Maria, che nel frattempo le aveva raggiunte, non se la sono sentite di farla portare via e hanno fatto il giro di tutte le classi per chiedere a tutte le maestre se per quel giorno potessero far giocare i bambini nell’altro cortile per lasciare tranquilla e indisturbata la famigliola. Tutti sono state molto comprensivi e felici di aiutare la giovane cornacchia e l’intervallo si è svolto altrove. Sabato e domenica la scuola rimaneva chiusa e quindi nessuno li avrebbe disturbati. “Il lunedì mattina, al suo rientro a scuola, la signora Brambilla ci ha fatto sapere che la piccola non era più a terra ed era stata avvistata su un albero in compagnia dei genitori. Presto sarà autosufficiente e potrà volare via a suo piacimento”.

“ENPA vuole ringraziare tutto il personale della Scuola Primaria Buonarroti per la sensibilità dimostrata in questa occasione e per aver dato il buon esempio ai bambini, nella speranza che possa essere di ispirazione per altre scuole nei cui cortili spesso amano nidificare le cornacchie, e non solo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Nel parco di Monza fiorisce l'aglio orsino: tutte le curiosità

  • Cronaca

    "Tesoro ritorna!" Una dichiarazione d'amore appesa sul palo della luce

  • Scuola

    Come sarà la maturità 2021? Tutte le risposte

Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento