menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Francesca Chirico

Francesca Chirico

Una giovane scrittrice brugherese pubblica il suo primo romanzo

Francesca Chirico, 24 anni, psicologa e scrittrice, ha presentato martedì sera "Cristal e il cuore di Imperia", il primo romanzo di una trilogia fantasy

Scrittrice da sempre, per passione, e autrice da poco.

Francesca Chirico, 24 anni, brugherese di nascita e di famiglia, ha presentato martedì sera al Lucignolo Caffè di piazza Togliatti nella cittadina brianzola il suo primo libro "Cristal e il cuore di Imperia", edito dal gruppo Albatros.

Appena laureata in Psicologia, Francesca si definisce "simpatica, timida e riflessiva".

E queste tre caratteristiche le ha mostrate tutte durante la presentazione del suo romanzo d'esordio, primo volume del progetto in fieri di una trilogia a cui sta già lavorando. L'intervento è stato organizzato e curato insieme all'associazione "Destinazione Libri" che si occupa sul territorio di giovani autori emergenti con una trasmissione radiofonica su una emittente web e un blog.

Il romanzo si definisce fantasy nonostante non condivida con il genere i tipici ingredienti dell'etichetta: non ci sono elfi, draghi o creature strane ma un'ambientazione suggestiva e dai contorni sfumati nelle "terre delle Naiadi", i nomi, la magia e le vicende.

La storia narra di una giovane 17enne, Cristal, che è all'oscuro del suo passato e dovrà riscoprire, insieme a chi le farà da guida, il potere e "le capacità necessarie a controllare lo spirito, indispensabile per guidare Memfi e Naiadi nella vendetta contro i Roici" ed essere una guerriera. Il libro celebra i valori autentici dell'amicizia, dell'onestà e presenta attraverso episodi con coordinate storiche e geografiche lontane vicende e prove che ognuno è chiamato ad affrontare quotidianamente.

Diversi passi del libro sono stati recitati nella sala in penombra da "attori" che hanno letto estratti dal romanzo, insieme alla voce guida di Francesca, a lume di candela. 

Per scrivere le 550 pagine del romanzo Francesca ha impiegato otto anni in cui, come "una moderna Tela di Penelope, scriveva e poi la disfava" e, crescendo e maturando, ha trasformato e mutato anche i suoi personaggi, dando un nuovo indirizzo alla vicenda e rispecchiando nelle pagine aspetti del suo vissuto.

"C'è molto di me in questo libro" -ha spiegato l'autrice- "situazioni che avevo bisogno di metabolizzare e sentimenti tenuti dentro. Mi sono resa conto di quanto ci sia di me in quelle pagine solo dopo averlo riletto". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento