Cronaca Desio

Scuole, centri estivi e parchi chiusi: la decisione del comune brianzolo dopo la tromba d'aria

Una ordinanza a firma del sindaco ha interdetto tutti i luoghi pubblici

Gli asili nido comunali, i centri estivi, la piscina, i campi sportivi comunali, il parco Tittoni e tutti i giardini, cimiteri e biblioteca. Desio ha deciso di chiudere, con una ordinanza a firma del sindaco luoghi ed edifici pubblici per l'allerta maltempo.

Pesanti infatti i danni causati dal nubifragio con raffiche di vento e grandinate che si è abbattuto sulla città - e sulla Brianza - nel pomeriggio di lunedì 24 luglio.

"Poiché tali fenomeni eccezionali possono determinare pericolo per la sicurezza delle persone, danni a edifici con rischio di crolli e/o trasporto di materiali a causa di forti raffiche di vento, rottura di rami, caduta di alberi, abbattimento di pali, segnaletica, impalcature e altro ancora, con effetti sulla viabilità, sulle reti e aree di comunicazione, nonché di distribuzione di servizi e innesco di incendi, è stata emessa un'ordinanza" hanno precisato dal municipio. 

Resteranno chiusi martedì 25 luglio gli asili nido comunali diVia Diaz e di Via Adamello, il centroe stivo presso la scuola Dolomiti, il campus Tiki Taka presso il centro sportivo di via Agnesi, parchi e giardini pubblici, parco Tittoni (fino al 26 luglio), la piscina e i campi sportivi comunali, i cimiteri, la biblioteca comunale e ogni scuola di ogni ordine e grado per quanto concerne l'attività di apertura al pubblico e gli orti comunali. 

"Desio come avete purtroppo tutti visto è stata colpita da una tromba d'aria un evento di una portata incalcolabile ed imprevedibile che ha causato una serie di danni ingenti a beni pubblici e privati" aveva scritto lunedì il sindaco Simone Gargiulo in un post. "Innumerevoli gli alberi caduti a terra (sradicati con tutte le radici) con danno alla circolazione un po' in tute le direttrici. Al momento non si segnalano danni a persone, ma solo a cose Sto per firmare una ordinanza contingibile urgente per il divieto di utilizzo di tutti gli spazi pubblici aperti (parchi, centri estivi, centro sportivo ecc) fino a data da destinarsi. Nel frattempo tutte le FFO con la nostra PL sono impegnati con tutte le forze possibili per cercare di intervenire ove possibile e ovviamente andando per priorità di gravita e urgenza". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole, centri estivi e parchi chiusi: la decisione del comune brianzolo dopo la tromba d'aria
MonzaToday è in caricamento