Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

I draghi sono arrivati vicino a Monza: aperto il golfo con i giochi d'acqua

L'attrazione è una novità all'interno del parco divertimenti Leolandia, dedicato ai più piccoli

Una enorme creatura lunga 25 metri e alta 9 metri avvinghiata ad un vascello pirata.  E' il Golfo del Drago Marino, la nuova attrazione acquatica che ha aperto all'interno di Leolandia, il parco divertimenti a tema per le famiglie che sorge a Capriate, a poca distanza dal confine con la provincia di Monza e Brianza. 

"Protetto da una maestosa cascata da 1.500 litri d’acqua al minuto, il Golfo promette inedite avventure ai suoi coraggiosi esploratori: spericolate battaglie acquatiche per i più grandicelli, che possono cimentarsi a manovrare cannoni in grado di sparare fino a 8 metri di distanza, 18 metri di scivoli di diverse altezze, 350 metri quadri di giochi d’acqua adatti anche ai più piccoli e, per finire, improvvisi e rinfrescanti scrosci di acqua provenienti dal grande secchio in cima all’albero maestro. Tutto sotto lo sguardo attento del drago, sempre in agguato e pronto a difendere il suo fortino a suon di spruzzi e immense nuvole di vapore" spiegano dal parco divertimenti, presentando l'attrazione.

La nuova attrazione movimenta 6.000 litri di acqua al minuto: per azzerare gli sprechi ed evitare ogni tipo di impatto sulla rete idrica locale, l’acqua è attinta direttamente dai pozzi di proprietà del parco, e costantemente filtrata, depurata e riciclata. Con il Golfo del Drago Marino, l’offerta di aree acquatiche di Leolandia cresce del 33%, portando a oltre 10.000 metri quadri il totale, tra aree giochi bagnate, come lo Spraypark dei Superpigiamini e il Cortile di Masha, e vere e proprie giostre, come i tronchi di Gold River e l’epica battaglia di Assalto a Mediterranea.

A Leolandia anche (piccoli) draghi "veri"

L’arrivo dei draghi, infatti, è stato anticipato dal ritrovamento di due esemplari di drago barbuto a spasso per la bergamasca, come fossero lucertole. Recuperati dai vigili del fuoco, tra lo stupore dei social e della stampa, i due rettili originari dell’Australia centrale sono stati trasferiti nel rettilario di Leolandia, dove hanno trovato amorevoli cure e un microclima perfetto. Oggi sono già i beniamini dei piccoli che, dopo essersi divertiti nel Golfo del Drago Marino, possono conoscere da vicino i suoi veri discendenti.

“Siamo felici di accogliere i nostri piccoli ospiti in questa area giochi, progettata per stimolare la creatività e l’immaginazione dei bambini. Le estati sono e saranno sempre più calde, le famiglie cercano quindi occasioni che consentano di godere di un po’ di refrigerio. Leolandia, primo parco divertimenti lombardo, non poteva non tenere conto di questa esigenza, da cui nasce il progetto di ampliamento. Il Golfo del Drago Marino è solo la prima di una serie di novità destinate a cambiare il volto di un’intera area di Leolandia e dall’autunno faremo, è proprio il caso di dirlo, fuochi e fiamme!” ha dichiarato Giuseppe Ira, presidente Leolandia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I draghi sono arrivati vicino a Monza: aperto il golfo con i giochi d'acqua
MonzaToday è in caricamento