Cronaca

"Ciao Jasmine": la lettera di addio alla cagnolina che ha vissuto tre vite

A scriverla Lorena, la volontaria che sei anni fa decise di adottarla. Un cane particolare, timido e pauroso. A lei è stato dedicato un libro i cui proventi sono stati destinati all'Enpa

“Ciao Jasmine, che viaggio fantastico è stato il nostro! Ci siamo regalati sei anni, difficili all’inizio e per questo ancora più belli”. Così inizia la lettera d’addio di Lorena alla sua Jasmine: non si tratta di un’amica o di una parente, ma di quel cane timido e pauroso che ha conquistato il suo cuore.

Difficile, per chi non vive questo rapporto con gli amici a quattro zampe, capire il senso della missiva. Ma quella di Lorena, volontaria dell’Enpa di Monza, e quella di Jasmine è una storia molto particolare.

“Abbiamo anche scritto un libro a due mani e quattro zampe sulle nostre avventure – prosegue la volontaria - le tue di cane che imparava a stare al mondo, le mie di mamma alle prese con un cane che le aveva tutte per essere definito difficile e problematico”.

Tanti i ricordi che riaffiorano alla mente: “Le nostre battaglie, contro i cancelli, il traffico, la paura della gente, degli altri cani, di stare senza di me, le abbiamo vinte tutte e più tu miglioravi più cresceva la mia ammirazione verso di te, piccola guerriera”.

Perché quella di Jasmine è stata una vita intensa, tanto che nel rifugio di via San Damiano (all’epoca ancora in via Buonarroti) era stata ribattezzata la cagnolina dalle tre vite.

Jasmine ha iniziato la sua avventura terrena a Besana insieme ai dieci cani del contadino Giuseppe Spinelli. Dopo la morte dell’agricoltore nel 2014 la cagnolina, timida e paurosa, viene trasferita al canile di Monza. Una seconda vita che dura poco tempo. Giusto quello di conquistare il cuore di Lorena che decide di adottarla.

E sei anni fa, all’età di 12 anni, Jasmine inizia la sua nuova vita con una nuova famiglia che la accompagnerà e la amerà fino alla fine. Tanto che Lorena decide anche di scrivere un libro dedicato al nuvo componente della sua famiglia e intitolato “La terza vita di Jasmine” (i proventi della vendita vengono devoluti al canile di Monza).

“Ma anche i bei viaggi finiscono – conclude nella lettera Lorenza - e il nostro viaggio insieme è arrivato al capolinea, è arrivato il momento di lasciarti andare da sola, senza di me. Buon viaggio, piccola principessa, e grazie per avermi scelto come mamma”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ciao Jasmine": la lettera di addio alla cagnolina che ha vissuto tre vite

MonzaToday è in caricamento