Cronaca Centro Storico / Piazza Trento Trieste

Contro l'emergenza sfratti anche a Monza un fondo dalla Regione

Un fondo per aiutare i cittadini che non riescono a pagare l'affitto purchè abbiano determinati requisiti

L’emergenza casa ai tempi della crisi è una realtà con cui i comuni devono fare i conti: cresce il numero dei morosi nel pagamento dell’affitto per le difficoltà economiche e aumentano inevitabilmente anche gli sfratti.

La Regione, insieme ai comuni più colpiti dal fenomeno tra cui spicca, accanto ad altri centri lombardi, la città di Monza, ha deciso di stanziare un fondo di 8 milioni e 653mila euro per andare incontro all’emergenza.

L’iniziativa, voluta dall’assessore alla Casa, Paola Bulbarelli, prevede la collaborazione tra la Regione, gli Enti e i comuni che, attingendo al fondo stanziato presso Finlombarda, dovranno collaborare con le proprie risorse con non meno del 40% dell’importo che la Regione assegnerà loro.

Tra i requisiti per l’accesso all’agevolazione c’è il limite di reddito fissato tra i 4.100 e i 13.000 euro, un canone d'affitto annuale al massimo di 7.200 euro spese comprese e nessuna procedura esecutiva di rilascio della casa in corso.

Potranno usufruire della misura di assistenza anche i licenziati (tranne che per giusta causa), i cassaintegrati e i lavoratori a cui non è stato rinnovato il contratto a termine.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro l'emergenza sfratti anche a Monza un fondo dalla Regione

MonzaToday è in caricamento