Gattini buttati via nella spazzatura a Lissone: trovati in un sacchetto di plastica e salvati

Calimero, Cagliostro e Amelia sono stati salvati e sottratti a una fine terribile. Ora si trovano presso l'asilo dei Cuccioli dell'Enpa

I gattini salvati

Buttati via nella spazzatura come rifiuti di cui sbarazzarsi. Sono stati strappati a un triste destino Calimero, Cagliostro e Amelia, i tre gattini di appena venti giorni abbandonati e sottratti a una terribile fine.

I tre micini  sono stati salvati lo scorso 15 maggio quando un impiegato si è accorto dei piccoli.  Arrivato di prima mattina sul luogo di lavoro in una azienda di Lissone Luca (questo il nome dell’uomo che ha salvato i piccoli) ha sentito dei flebili miagolii provenire da un bidone della spazzatura in strada. Dentro un sacchetto di plastica ben chiuso ci sono tre micini vivi di appena tre settimane di età.

Luca ha aperto il sacchetto per farli respirare e ha sistemato i micetti in uno scatolone poi ha chiamato l'amica Claudia, volontaria dell'ENPA di Monza e Brianza, per avere ragguagli sul da farsi. Vista l'estrema vicinanza con la ditta incaricata dall'ATS del servizio di zooprofilassi, i Carabinieri di Lissone, contattati dall'azienda di Luca, fanno recuperare gli animali che vengono immediatamente portati al gattile di Monza, competente per territorio.

I mici - due maschietti neri e una femminuccia dal pelo squamato nero-rosso chiaro - che probabilmente si trovavano nel bidone almeno dalla sera precedente, sono stati presi in carico da Milena Rosellini, veterana dell'Asilo dei Cuccioli dell'ENPA monzese e dalla mamma, la signora Luigia, detta "la Nonna dei gattini".

Di giorno Luigia, pensionata, accudisce i gattini, provvedendo all'allattamento a biberon, alla pulizia e a tenerli al caldo, e la sera passa le consegne alla figlia. “Ai tre fratellini non manca l'appetito, stanno acquistando rapidamente peso e sono svegli: in due giorni hanno già imparato a fare i bisognini nella cassetta. Sono molto affettuosi e da poco hanno cominciato a giocare. Se tutto andrà per il meglio, allo scadere dei due mesi di età potranno essere vaccinati e messi in adozione” spiegano dall’Enpa.

“Un abbandono così - purtroppo non raro - lascia sempre sconcertati. Chi li ha buttati tra i rifiuti era perfettamente conscio di condannare i poveri mici a una morte lenta e straziante”.

I gattini, comunicano dall’Enpa, non sono attualmente adottabili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento