rotate-mobile
Cronaca

Incendio in carcere a Monza, una sezione evacuata e un poliziotto in ospedale

L'episodio è avvenuto venerdì sera nella casa circondariale di Monza. A darne notizia

Ancora un incendio in carcere a Monza. Un detenuto nella serata di venerdì 24 giugno ha dato fuoco a un materasso all'interno di una cella, provocando un incendio che ha reso necessario evacuare una sezione della casa circondariale. A intervenire sono stati gli agenti della polizia penitenziaria che hanno spento le fiamme e fatto evacuare l'area, allontanando gli altri detenuti.

Durante le operazioni un agente ha inalato del fumo ed è stato soccorso e trasferito in ospedale. L'episodio è stato reso noto dal segretario generale dell'Osapp, Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria, Leo Beneduci.

"Ci auguriamo che la direzione di Monza inoltri all'amministrazione penitenziaria centrale richiesta di riconoscimento premiale per il personale intervenuto alla risoluzione dell'evento doloso in modo così impeccabile" ha detto Beneduci che ha anche espresso solidarietà e un augurio di pronta guarigione al poliizotto rimasto coinvolto. "Dall'inizio dell'anno si sono registrate già 15 aggressioni con agenti che hanno dovuto far ricorso alle cure ospedaliere e la situazione non è delle migliori" ha detto il presidente della sezione lombarda del sindacato Uilpa Penitenziaria, Domenico Benemia.

Un altro incendio due settimane fa

Lo scorso 11 giugno si erano verificati già alcuni disordini e un altro rogo appiccato in cella da parte di un detenuto durante una protesta. E anche in quella occasione era stata evacuata un'intera sezione e alcuni agenti erano rimasti coinvolto, con un poliziotto contuso. 

“Ennesimo grave episodio di violenza all’Istituto Penitenziario di Monza, che ha fatto registrare ancora disordini da parte di detenuti con aggressioni ai danni del personale di Polizia Penitenziaria” aveva spiegato Benemia. La tensione nella casa circondariale monzese è salita quando un detenuto di origine straniera, nordafricano, ospitato presso reparto “protetti”, avrebbe dato il via a “una protesta nei confronti del personale in servizio, pretendendo di essere spostato in un altro reparto”. E dalle parole poi sarebbe passato all’aggressione fisica, colpendo alle costole un agente che è poi finito in ospedale con una prognosi di sette giorni. E poi l'incendio, appiccato da un altro uomo ristretto nella stessa sezione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio in carcere a Monza, una sezione evacuata e un poliziotto in ospedale

MonzaToday è in caricamento