Martedì, 26 Ottobre 2021
Incidenti stradali Viale Giovan Battista Stucchi

Rotonda killer, cittadini di Sant'Albino: "Situazione peggiorata"

Durissima lettera aperta del Comitato Sant'Albino: si chiede al comune un incontro urgente per dare risposte immediate alla viabilità pericolosa della rotonda

Quasi un anno dalla morte di Simone Della Vella, investito nel novembre 2012 da un camion mentre era in bicicletta alla rotonda di viale delle Industrie. E nessun intervento per sistemare la viabilità, anzi - secondo il comitato Sant'Albino - la situazione sarebbe perfino peggiorata. Eppure l'amministrazione di centrosinistra, insediatasi nel frattempo, aveva promesso un attraversamento ciclo-pedonale protetto entro l'inizio del 2014 e soprattutto un tavolo di confronto con il quartiere.

"Solo nell'ultimo mese altri due pedoni sono stati investiti, un'auto si è incastrata nel percorso pedonale a raso, i cittadini rischiano tutti i giorni per la scarsa visibilità del semaforo pedonale che di notte non funziona", scrive il comitato Sant'Albino in una dura lettera aperta al sindaco e al consiglio comunale. La prima richiesta è quella di presentare un progetto per l'attraversamento ciclo-pedonale, possibilmente in un'assemblea pubblica alla cittadinanza, oltre a una pista ciclabile tra via Salvadori e via Sant'Albino in continuità con quella lungo il Villoresi prevista nel comune di Brugherio.

Ma anche, per far più in fretta, un nuovo impianto semaforico su tutti gli accessi alla rotonda, non a chiamata e in funzione anche di notte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rotonda killer, cittadini di Sant'Albino: "Situazione peggiorata"

MonzaToday è in caricamento